Ucciso in casa con un colpo di pistola al volto. Si costituisce un pentito vicino al clan Paisi: «E' stato un incidente»

Ucciso in casa con un colpo di pistola al volto. Si costituisce un pentito vicino al clan Paisi: «E' stato un incidente»
Agguato in casa in provincia di Bari, risolto il caso. Si chiama Pietro Losurdo, di 55 anni, collaboratore di giustizia, ritenuto vicino al clan Parisi di Bari, l’uomo che ieri sera avrebbe ucciso Pierpaolo Perez, 49 anni, nella sua abitazione a Bitetto.
Losurdo è ora in stato di fermo. Perez è stato ucciso con un colpo al volto esploso con una pistola 9 millimetri Parabellum risultata rubata in Svizzera. Losurdo, che è in regime di arresto ai domiciliari, subito dopo l’uccisione di Perez si è rivolto al suo legale informando prima la Procura e costituendosi, poi, ai carabinieri. Secondo quanto si è saputo, l’uomo, evaso dai domiciliari per ragioni non ancora chiare, avrebbe riferito agli investigatori che non aveva alcuna intenzione di uccidere Perez, ma che si è trattato di un incidente. Una versione che è ora al vaglio degli inquirenti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 27 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 18:19