Bidello si lancia dal terrazzo della scuola e muore: prima aveva litigato e aggredito una collega

Mercoledì 25 Maggio 2022

Un collaboratore scolastico di una scuola elementare di Bitetto, in provincia di Bari, è morto questa mattina precipitando dal terrazzo dell'istituto. A quando si apprende da una prima ricostruzione fatta dai carabinieri, il bidello aveva poco prima litigato con un collega, all'interno della scuola, e poi - ritengono gli investigatori - si sarebbe buttato nel vuoto, finendo nel cortile.

L'ipotesi, quindi, è che si sia trattato di un suicidio. Il fatto è avvenuto intorno alle 7.50, quando nell'istituto non c'era ancora nessuno.

La Procura in campo e le ricostruzioni

Tentato omicidio è il reato ipotizzato al momento dalla Procura di Bari in relazione al ferimento di una collaboratrice scolastica di un istituto comprensivo di Bitetto, nel Barese, durante un litigio con un collega il quale, subito dopo, si è tolto la vita lanciandosi dal terrazzo della scuola. La pm di turno Angela Maria Morea si è recata sul posto con i carabinieri per un sopralluogo.

La bidella, hanno ricostruito fino a questo momento gli investigatori, sarebbe stata colpita con un corpo contundente, che non è stato ancora trovato, riportando ferite alla testa. È attualmente ricoverata nell'ospedale Di Venere di Bari. A quanto si apprende è in prognosi riservata ma vigile e non sarebbe in pericolo di vita. Dopo il litigio, il collega presunto aggressore, un 61enne, è salito al quarto piano della scuola e, dal terrazzo, si è lanciato nel vuoto. Gli inquirenti non hanno dubbi sul fatto che si sia trattato di un suicidio. L'ipotesi di reato di tentato omicidio ai danni della lavoratrice, anche se il presunto aggressore è deceduto, è un atto dovuto per svolgere gli accertamenti. Quando le condizioni di salute della donna lo consentiranno, gli investigatori la ascolteranno per raccogliere la sua versione dei fatti. Nel frattempo stanno sentendo docenti e altre persone che potrebbero fornire elementi utili a comprendere motivi del litigio e dinamica.

La sindaca: siamo sconvolti

Sull'episodio indagano i carabinieri di Modugno. Al momento sono sconosciuti i motivi della lite, è invece confermato da più fonti che il bidello si è suicidato. «Siamo tutti molto scossi - commenta la sindaca di Bitetto Fiorenza Pascazio - , per fortuna la collaboratrice scolastica aggredita non rischia la vita e, soprattutto, i bambini non hanno visto niente, perché nella scuola non c'era ancora nessuno». ​

Ultimo aggiornamento: 26 Maggio, 11:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA