In arrivo il sequestro dei “tuguri” di Bari, dove i clan ospitano i migranti trattati come bestie

In arrivo il sequestro dei “tuguri” di Bari, dove i clan ospitano i migranti trattati come bestie
Vere e proprie topaie affittate ai migranti sotto il controllo della malavita. Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, è pronto a firmare un’ordinanza che consenta il sequestro dei cosiddetti “tuguri”, che vengono affittati abusivamente ai migranti nel quartiere Libertà. Lo stesso dove è stato in visita nei giorni scorsi il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, dopo una petizione sottoscritta da circa tremila cittadini contro la presenza di stranieri. «La stiamo studiando da un paio di mesi - spiega Decaro - vogliamo sperimentare l’ordinanza qui a Bari, ma è possibile anche proporla in altre città dove esiste lo stesso fenomeno». Il sindaco sottolinea che «a immigrati con regolare permesso di soggiorno vengono affittati abusivamente scantinati e depositi senza bagni, in cui vivono fino a 12 migranti che in alcuni casi fanno i loro bisogni in secchi di cui poi versano il contenuto per strada, nelle feritoie per la raccolta dell’acqua piovana». Per arginare il fenomeno degli affitti abusivi, spiega il primo cittadino, si procede con le multe che «sono un deterrente ma non bastano: quindi - sottolinea Decaro - stiamo studiando con la polizia locale una ordinanza che ci permetta, per motivi igienico-sanitari, il sequestro dei locali».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 15 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 17:04