Tangenti, perquisizioni della Finanza sull'Ospedale Covid della Fiera del Levante. Indagato Barozzi, controlli a cinque imprenditori anche salentini

Giovedì 27 Gennaio 2022

Non si ferma il lavoro degli inquirenti. Nelle scorse ore una serie di perquisizioni sono state eseguite dalla Guardia di Finanza su disposizione della Procura di Bari nell'ambito dell'indagine sull'ospedale Covid nella Fiera del Levante e sulla gestione degli appalti legati all'emergenza pandemica da parte della protezione civile regionale. L'indagine è quella nell'ambito della quale l'ex dirigente Mario Lerario è stato arrestato in flagranza, ed è in carcere dal 23 dicembre, dopo aver intascato due tangenti.

Lerario, l'emergenza e gli affidamenti ai fornitori: «Appalti spacchettati per accontentare gli amici»

 

Le perquisizioni odierne «per la ricerca di documentazione inerente l'appalto per la realizzazione dell'ospedale Covid sito presso la Fiera del Levante di Bari, nonché agli ulteriori appalti connessi all'emergenza pandemica», spiega la Procura, riguardano sei persone.

Tra i destinatari del decreto c'è l'imprenditore Domenico Barozzi, procuratore della società di Altamura Costruzioni Barozzi Spa, indagato per turbativa d'asta e falso. Perquisiti anche altri cinque imprenditori, al momento non indagati: Vito De Mitri, rappresentante legale della Sis Med Srl Sistemi Medicali di Lecce; Flavio Casaluci, rappresentante legale della Casaluci Srl di Corigliano d'Otranto; Vito Vincenzo Leo, rappresentante legale della Leo Impianti Srl di Acquaviva delle Fonti; Filippo Carbone, ingegnere con studio a Lecce; Alessandro Goffredo Nuzzo, rappresentante legale della La Pulisan Srl di Bari. 

 

Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio, 15:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA