Libri, dischi e film gratis online: 29 biblioteche diventano digitali. Arriva il portale che mette in Rete i servizi di 26 Comuni

Libri, dischi e film gratis online: 29 biblioteche diventano digitali. Arriva il portale che mette in Rete i servizi di 26 Comuni
di Luciana CICERONE
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Gennaio 2022, 07:51

«Dopo due anni durissimi, in cui la pandemia ha rischiato di travolgere la quotidianità di ciascuno di noi, scegliere di investire sulle biblioteche come luoghi di formazione e di crescita, oltre che di studio e socializzazione, è una scelta forte e qualificante. Questo è per noi il senso di una politica culturale accessibile e democratica». Le dichiarazioni del sindaco Antonio Decaro durante la presentazione di ieri di Mlol, la Medialibrary online finanziata con 405mila euro di fondi del Patto per lo sviluppo della Città Metropolitana di Bari, nell'ambito del progetto Terra di Bari Guest Card Polo Sbn Terra di Bari Risorse Digitali in Rete. Un portale online che mette in rete 29 biblioteche comunali di 26 Comuni del territorio metropolitano di Bari e consente la fruizione gratuita di più di riviste e quotidiani italiani e stranieri, e-book, film, musica, banche dati, contenuti per e-learning. Per iscriversi e accedere a contenuti culturali di ogni tipo basta andare in una delle biblioteche nei Comuni selezionati o visitare il sito terradibariguestcard.medialibrary.it.

Lecce, ex convento degli Agostiniani, la biblioteca e il bar apriranno a marzo

Il finanziamento


«Con questo finanziamento abbiamo reso le biblioteche comunali al passo con i tempi e in grado di offrire agli utenti servizi più innovativi e tecnologici, oltre che gratuiti», ha spiegato la consigliera metropolitana delegata alla Cultura, Ico, Biblioteca e Musei, Francesca Pietroforte. Sempre nella giornata di ieri, il sindaco Decaro, attraverso la pubblicazione di un video sulla sua pagina Facebook, ha annunciato la grande novità e illustrato con la Pietroforte le modalità per la fruizione del patrimonio. Un appello del primo cittadino, non solo per aderire ad un servizio innovativo, ma soprattutto per incentivare la frequentazione delle biblioteche del territorio e per riassaporare il piacere dello stare insieme, attività della quale sembriamo esserci quasi dimenticati.


«All'interno delle biblioteche si può accedere a quotidiani, riviste specialistiche, si può guardare un film, ascoltare della musica attraverso un semplice click», spiega Decaro. Un immenso patrimonio a disposizione, pronto a soddisfare qualsiasi richiesta: riviste e quotidiani italiani e stranieri, e-book, film, musica, banche dati, contenuti per e-learning.
«Si fa un'iscrizione da casa aggiunge il sindaco o si può fare direttamente in una delle biblioteche. Vorremmo tornare alle biblioteche che sono un servizio tradizionale, ma viverlo in maniera più moderna ed innovativa, cercando di avvicinare soprattutto le giovani generazioni». Quest'ultime, infatti, prediligono altri luoghi d'incontro, relegando in un angolo i luoghi di cultura e le stesse biblioteche.

Il programma degli interventi ha previsto anche la messa a disposizione delle dotazioni informatiche e strumentali per garantire una postazione di consultazione della piattaforma in ogni biblioteca, ma il servizio è accessibile da qualunque device: a scuola, a casa, in mobilità, tramite smartphone, tablet, pc. Le biblioteche, inoltre, condividono tutte le risorse digitali e l'utente può prendere in prestito un e-book acquistato da una qualsiasi delle 5.500 biblioteche italiane presenti nel circuito Mlol, nel quale, dal 25 ottobre scorso, si sono iscritti 2.350 lettori.
Il periodo difficile della pandemia, che ci ha costretti all'isolamento, ci fa meglio comprendere l'importanza del confronto e della condivisione. Iniziative del genere sono un ottimo trampolino per una ripartenza graduale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA - SEPA

© RIPRODUZIONE RISERVATA