Persona investita sulla tratta Bari-Foggia. Disagi per i passeggeri: treni cancellati e bus sostitutivi

Martedì 18 Gennaio 2022

Viabilità interrotta sulla tratta ferroviaria Bari-Pescara a causa di un investimento all'altezza di Giovinazzo.

Tanti i disagi registrati. Un treno cancellato, sei parzialmente cancellati e otto direttamente coinvolti che hanno subito rallentamenti a causa dell'investimento mortale di una persona sui binari sulla tratta Bari-Pescara, all'altezza di Giovinazzo, nel nord Barese.

L'incidente sulla linea ferroviaria

Un uomo, non ancora identificato, è morto dopo essere stato travolto ieri pomeriggio da un treno a pochi metri della stazione ferroviaria di Giovinazzo, lungo la linea Bari-Foggia: l'ipotesi più accreditata è quella del suicidio. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo, giunto in stazione in sella alla propria bicicletta attorno alle ore 15.50, si sarebbe avviato lungo il marciapiede, in direzione nord. Poi, dopo aver lasciato il mezzo nelle vicinanze, avrebbe aspettato l'arrivo del convoglio - il treno regionale veloce 4338, partito da Bari Centrale e diretto a Foggia, dove è giunto con 142 minuti di ritardo - sui binari. Il convoglio lo ha travolto. Un impatto a 150 chilometri orari che non gli ha lasciato scampo. Gli uomini della Polizia Ferroviaria, giunti sul posto con il personale medico del 118, i Carabinieri della locale Stazione e la Polizia Locale, sono al lavoro per ricostruire l’esatta dinamica (al vaglio, oltre alle immagini delle telecamere di videosorveglianza, anche il racconto di alcuni testimoni, nda) e soprattutto per identificare la vittima che non ha ancora un’identità. Sul cadavere straziato dall'impatto, infatti, non sono stati trovati documenti ed effetti personali. Soltanto la bicicletta con cui ha raggiunto lo scalo ferroviario cittadino.

 E così, per dare nome e cognome all’uomo, è stato richiesto l'intervento degli esperti della Polizia Scientifica per tentare di identificarne le impronte digitali, rilevate soltanto su un moncone di mano. Quel che è certo è che quel corpo, dilaniato dal treno e ormai ridotto a brandelli, apparterrebbe ad un uomo adulto di età stimata non superiore ai 60 anni, secondo una prima ispezione cadaverica del medico legale. Al momento non sono stati trovati messaggi, né sono giunte segnalazioni di persone scomparse, ma nessuna pista viene esclusa. A seguito dell’investimento la circolazione ferroviaria è stata sospesa, prima di essere instradata su un unico binario. Il traffico è tornato regolare solo alle ore 19.15. Pesanti gli effetti sulla mobilità ferroviaria: rallentamenti fino a 100 minuti per 4 treni Alta Velocità e un treno Intercity, fino a 130 minuti per 9 treni regionali, mentre 9 treni regionali e 1 Intercity sono stati cancellati. Trenitalia ha riprogrammato l’offerta ferroviaria, attivato il servizio sostitutivo con autobus per i collegamenti regionali fra Bari Centrale e Giovinazzo e il servizio di smart caring.

Ultimo aggiornamento: 19 Gennaio, 07:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA