Il mare negato: rifiuti, lidi chiusi e cantieri. Viaggio sulla costa

Sabato 23 Aprile 2022 di Davide ABBRESCIA

Il ponte del 25 aprile potrebbe essere un invito perfetto per bagnare per la prima volta nella stagione i piedi nell’acqua salata. E si sa, che le prime temperature più alte rispetto alla media vengono accompagnate da una gita al mare. E per qualcuno anche con un primo bagno. Ma i lidi pubblici di Bari sono ancora in “altomare”, è proprio il caso di dire.

Addio a vento forte e maltempo: tornano sole e caldo. Lidi aperti dal 1° maggio. Le previsioni

Il viaggio sulla costa

Abbiamo fatto un viaggio sulla costa barese per capire in che condizioni sono le spiagge pubbliche in vista di quello che può essere il primo vero weekend di mare per i cittadini di Bari ma anche per i tanti turisti che ci sono per le vie della città. Il risultato non è confortante: tra rifiuti abbandonati, sabbia sporca, bar e lidi chiusi, lavori in corso e spiagge “mangiate” dal mare, i baresi dovranno accontentarsi.

Turismo, per Bari una ripresa faticosa. «Il 2022 Sarà un anno di transizione»


Tra le più gettonate c’è, per chi non si vuole allontanare dal mare, il lido “Pane e Pomodoro”, spiaggia libera e a due passi dal centro cittadino. Negli ultimi anni è stata riqualificata in maniera importante, con un’area fitness e un’area green per chi vuole allenarsi e magari vivere il mare sotto un altro punto di vista. In questa settimana si stanno svolgendo i lavori per cercare di arrivare all’appuntamento nella maniera migliore, ma le indicazioni- per chi passeggia sul lungomare- non sono ancora confortanti. Nella giornata di ieri una società barese era a lavoro per ripristinare l’ingresso e il bar centrale del lido, che funge da punto di appoggio per tanti ragazzi ma anche occasione di svago per le tante persone che frequentano il lido. Sicuramente è in progetto, non per questo week-end, di rimettere tutto a nuovo e a lucido il lido “Pane e Pomodoro”, che- nonostante queste mancanze- sarà già gremito nel primo week-end di caldo visto che tra domenica e sabato si toccheranno anche i 28 gradi. Temperature quindi estive per il capoluogo pugliese.
Non solo il lido di “Pane e Pomodoro”.

Dalle alghe coltivate nel mar Piccolo di Taranto un biostimolatore per i terreni: vince l'Oscar Green

Negli ultimi anni tra le spiagge più frequentate della costa barese c’è "Torre Quetta", con quella che è stata una riqualificazione dell’area importante e che ha reso il lido un vero e proprio polo attrattivo di giorno e di notte. Per questo week-end sarà ancora chiusa, ma la bella notizia per tutti i cittadini baresi è che Torre Quetta finalmente riaprirà. Dopo u hanno di stop in cui è diventata a tutti gli effetti una spiaggia libera, tornerà quel concept portato avanti sino a due anni fa. Il contratto sarà sottoscritto la prossima settimana e a maggio, già nel primo fine settimana o in quello successivo, il lido riaprirà al pubblico. La seconda spiaggia comunale sarà restituita ai suoi cittadini. L’Ati (società composta dalla Lucente, Cube Comunicazione e Gruppo Ideazione) si è aggiudicata la concessione per il periodo che parte quest’anno e scadrà tra tre anni. Mancano gli ultimi passaggi burocratici ma poi ci saranno i lavori di riqualificazione di tutta l’area. Saranno di nuovo attivi gli otto chioschi che ospiteranno le attività di ristorazione, uno dei fiori all’occhiello di Torre Quetta che poteva vantare brand importanti della città, ma non solo, che avevano investito in quella fetta di zona litorale, spesso dimenticata negli ultimi anni da tutti. 

Brindisi, ombrelloni e lettini a pagamento a Cala Materdomini. Sui social la bufera: «La spiaggia è libera»


L’obiettivo, quindi, sarà far tornare a vivere, la mattina ma anche la sera, quella zona. Purtroppo non sarà possibile già da questo weekend, con Pane e Pomodoro e Torre Quetta che devono curare gli ultimissimi aspetti prima di dare il via alla stagione estiva. Questo, però, non frenerà la voglia dei cittadini baresi che sicuramente si riverseranno sulla costa e su tutto il lungomare. Non solo ovviamente le due spiagge comunali, ma anche tutto il waterfront di San Girolamo che - dalla sua - riaprirà con tutti i chioschetti e le attività per offrire maggiori servizio a chi sceglierà di passare la sua estate lì. Ma al momento la situazione della spiaggia è pessima.
Le temperature cominciano a salire, i lidi si preparano e i baresi sono pronti a riversarsi sulle spiagge. Ormai è soltanto questione di settimane per qualcuno, ma l’estate è alle porte per tutti. Seppur sul calendario manchi più di un mese, si sa che in Puglia e a Bari la partenza, sotto questo punto di vista, è parecchio anticipata.
© RIPRODUZIONE RISERVATA - SEPA

Ultimo aggiornamento: 14:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA