I leader politici sullo sfondo delle opere di Dalì: «Perché ci importa?». L'iniziativa a Bari

I leader politici sullo sfondo delle opere di Dalì: «Perché ci importa?». L'iniziativa a Bari
3 Minuti di Lettura
Venerdì 23 Settembre 2022, 20:11 - Ultimo aggiornamento: 24 Settembre, 11:11

«Più di tutto mi ricordo il futuro», «Chi è chi?» e sullo sfondo Salvador Dali. Un collettivo di grafici di Bari ha affisso alcuni manifesti di politici candidati in Puglia con queste scritte. «Perché ci importa?», si legge in fondo. Sullo sfondo c'è il famoso dipinto di Dalì, 'Persistenza della memoria', in cui gli orologi molli sono il «simbolo della relatività della percezione temporale», spiegano gli autori dei manifesti. Accanto al volto del politico in primo piano, una poltrona «simbolo del potere». L'iniziativa nel suo complesso, evidenziano i promotori, «non nasce per patteggiare per alcuno schieramento politico, quanto piuttosto per sollevare domande e far sì che chi guarda i manifesti possa porsene: chi sono questi personaggi? Alcuni connotati mi sono familiari e altri no? È comunque un volto credibile?». La prima frase in fondo al manifesto, 'Who is who', intende «sollevare il dubbio sulla veridicità di quello che abbiamo davanti agli occhi: chi abbiamo davanti a noi è davvero chi dice di essere?».

Memoria e futuro

La seconda frase, 'Why does it matter', «sottolinea il fatto che tutto dovrebbe importarci mentre sempre più spesso siamo superficiali: ognuno di noi pensa di possedere e vuole possedere la verità». Quanto al concetto di «memoria e futuro», concludono, la «frase citata è certo un ossimoro. Eppure il futuro non è poi così imperscrutabile. Si potrebbe affermare che di 'futurò ne coesistano tanti, possibili e ugualmente probabili. Il punto di caduta, dunque, è spostato inevitabilmente più in là, su questioni che ci troveremo ad affrontare in un prossimo futuro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA