Oltre 200 alberi salvi in via Caldarola: lavori sulle strade sì, ma salvaguardando anche il verde pubblico

Giovedì 27 Gennaio 2022

I lavori che stanno interessando via Caldarola hanno permesso alla fine di salvaguardare circa 200 alberi. Il cantiere era stato avviato lo scorso anno, con l'obiettivo primario di risolvere definitivamente il problema del sollevamento della pavimentazione stradale, causato dalle radici dei pini che nel tempo crescendo hanno creato grossi disagi alla circolazione non solo delle auto, ma soprattutto dei mezzi a due ruote. Facendo anche sì che la strada fosse teatro di diversi incidenti. Gli alberi sono stati salvaguardati allargando la zona centrale dello spartitraffico, e procedendo ad effettuare i lavori senza rimuovere i vecchi strati di pavimentazione direttamente a contatto con le radici delle piante.

Gli interventi a tutela del verde


Tali zone sono state coperte da nuova pavimentazione, in modo da non correre il rischio di compromettere o danneggiare la stabilità dei pini. Come sottolineato dal primo cittadino, Antonio Decaro: «Siamo riusciti a salvare circa 200 pini e contemporaneamente evitare che le radici possano ancora distruggere la strada». Il patrimonio arboreo è stato quindi salvaguardato, allargando le fasce in corrispondenza degli spartitraffico in modo tale che: «L'estensione e proliferazione delle radici, superficiali per gli alberi di pino, non interessi più l'asfalto né insidi la sicurezza della circolazione veicolare, specie dei motocicli e delle autovetture, ma anche delle biciclette, per le quali è comunque in previsione un prolungamento della pista ciclabile esistente», dichiarava l'assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso in occasione dell'apertura del cantiere lo scorso luglio 2021. Come detto, per tutelare al meglio le alberature presenti, su indicazione del settore Giardini, durante le operazioni di allargamento degli spartitraffico i vecchi strati di pavimentazione direttamente a contatto con le radici degli alberi non sono stati intaccati né rimossi, ma coperti da una nuova pavimentazione.


I lavori stanno proseguendo e sono prossimi a giungere al termine, restituendo così una strada sicura, non più con corsie transennate a causa del pericolo determinato dalle radici che avevano intaccato l'asfalto. Sarà comunque ridotta a quattro corsie delle otto che aveva prima, ma che proprio a causa delle radici dei pini non potevano essere utilizzate a pieno. L'intervento su via Caldarola è costato oltre un milione e mezzo di euro. I tempi di realizzazione si sono comunque allungati, dai quattro mesi comunicati a luglio in occasione della partenza dei lavori, si è arrivati ad oggi, per cui alla fine ci saranno voluti 9-10 mesi per restituire la strada alla completa fruizione, anche se la viabilità nel tratto interessato dai lavori non è mai stata interdetta. L'intervento nel complesso prevedeva 14mila metri quadrati di nuovo asfalto, il rifacimento dei due marciapiedi laterali, con 2 mila e settecento metri quadrati circa di nuova pavimentazione in masselli autobloccanti e hanno riguardato una porzione stradale di circa 650 metri lineari, caratterizzata da due spartitraffico centrali che da progetto sono passati da una superficie di mille e settecento metri quadrati a una di oltre 4 mila metri quadrati.
E.Mon.
© RIPRODUZIONE RISERVATA - SEPA

Ultimo aggiornamento: 10:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA