Bari fa il pieno di turisti a Pasqua e Pasquetta, grande attesa per i ponti di 25 aprile e 1 Maggio

Bari fa il pieno di turisti a Pasqua e Pasquetta, grande attesa per i ponti di 25 aprile e 1 Maggio
di Beppe STALLONE
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 20 Aprile 2022, 07:48

Bari fa il pieno di turisti a Pasqua e Pasquetta, grande attesa per i ponti di 25 aprile, già sold out, e 1 Maggio. Fra emergenza per la pandemia, crisi in Ucraina, caro-vita e carburanti, secondo l'Osservatorio regionale del turismo sarà un anno faticoso. Ma quello registrato a Pasqua e Pasquetta è stato un inizio scoppiettante, nonostante la pioggia e la tramontana che hanno sferzato gran parte dei Comuni della provincia di Bari. È andata molto bene dal punto di vista delle presenze di turisti. Come nel 2021 a trainare la ripresa sono stati principalmente i viaggi interni, quelli dei pugliesi in Puglia, così anche in questi due giorni di festa. Dati incoraggianti che fanno ben sperare per i prossimi festivi: il 25 aprile e il 1 maggio potrebbe esserci il bis stando alle prime rilevazioni. Ponti d'oro per un turismo che, a Bari e dintorni, sembra essere già ripartito.

I dati sulla presenza dei turisti


Non è ancora possibile stimare esattamente quanti sono stati i turisti che si sono fermati per almeno una notte nelle nostre città, perché la comunicazione dei dati da parte delle strutture avviene nei primi giorni del mese successivo. Ma ristoratori, bar, esercizi commerciali e strutture ricettive hanno registrato il tutto esaurito quasi ovunque. Bari e Monopoli, in base ai dati dell'Osservatorio relativi al 2021, si sono piazzate fra le 15 destinazioni top della regione, 4° posto per Bari e 12° posto per Monopoli. Sempre nello scorso anno 624.271 presenze di turisti a Bari di cui 237.637 stranieri. Per quanto riguarda Bari e provincia la perdita di presenze nel 2020 è stata di un milione e 200mila in termini assoluti rispetto al 2019 con un -44%, più contenuta di quella nazionale ma più alta di quella registrata nell'intera Puglia.
La destagionalizzazione ha in provincia di Bari un livello che si può paragonare a quello nazionale e le principali mete turistiche sono Bari, Monopoli, Polignano e Alberobello. La capitale dei trulli a Pasqua ma soprattutto a Pasquetta si è riempita di turisti, molti dei quali stranieri, un atteso ritorno.


«Siamo molto soddisfatti di quello che c'è stato a Pasqua e Pasquetta, il lavoro di preparazione ha dato i suoi frutti - dichiara il sindaco di Alberobello Michele Longo - c'è grande collaborazione fra amministrazione, forze dell'ordine e operatori turistici, per cui nonostante gli arrivi straordinari di Pasquetta, siamo riusciti a ospitare tutti con la solita gradevolezza. Abbiamo grandi presenze anche di turisti internazionali. Ci sono austriaci, polacchi, belgi, francesi, inglesi. Nessun problema per i parcheggi anche perché stiamo per avviare i lavori di un parcheggio dedicato ai turisti di facile accesso dall'esterno del paese, senza congestionare il traffico interno, parcheggio da 400 posti. A breve - continua il sindaco Longo - cominceranno i lavori che renderanno Monti e Aia piccola ancora più belli in quanto aggiudicatari di un finanziamento regionale di 3 milioni di euro per cui saranno riportati all'autenticità e all'abitabilità i nostri rioni: verranno dotati di tutti i sotto servizi, riscaldamento, elettricità. Scompariranno i pali della luce e via l'asfalto, ci sarà il basolato così come abbiamo già fatto in due vie. I centri storici diventeranno per sempre autentici, blindando il riconoscimento Unesco di cui festeggiamo i 25 anni e blindando l'entrata dal 19 marzo scorso di Alberobello nei Borghi più belli d'Italia».

La posizione di Confindustria


Positivo il bilancio su questi primi giorni di festa anche da parte della presidente nazionale di Federturismo Confindustria, Marina Lalli. «Nonostante il tempo avverso c'è stata una prima grande risposta da parte dei viaggiatori e degli operatori, per un ritorno al lavoro che tutti ci auguriamo possa essere definitivo da questa estate in poi. È stato un bel momento, con tanti turisti, anche stranieri che in Puglia non vedevamo da un po'. Per quanto riguarda le prossime date per il 25 aprile ci saranno turisti pugliesi o di regioni limitrofe, il 1 maggio viene di domenica. Per l'estate prosegue Lalli - i lidi balneari già da metà maggio si faranno trovare pronti e ci aspettiamo belle soddisfazioni. Bari ha saputo porsi sul mercato come destinazione anche di vacanza ed è stata così percepita da tutti. Anche la provincia di Bari ha tirato fuori delle belle destinazioni che hanno suscitato gli interessi di italiani e stranieri. Solo buone notizie all'orizzonte e speriamo non giunga qualche altra sciagura a togliere questo entusiasmo. C'è però un problema serissimo: mancano i lavoratori stagionali nel settore».
© RIPRODUZIONE RISERVATA - SEPA

© RIPRODUZIONE RISERVATA