Covid: nel Barese raddoppiati a scuola i casi positivi

Lunedì 21 Marzo 2022
Una scuola

Sono 1.463 i casi positivi al covid registrati nelle scuole della provincia di Bari nell'ultima settimana e risultano quasi raddoppiati rispetto alle 775 positività emerse dall'attività di contact tracing dell'Epidemic Intelligence Center della Asl nei sette giorni precedenti. Degli attuali 1.463 contagi nel periodo 14-20 marzo, la maggior parte, 1.330, fa riferimento agli studenti, il resto, 133, al personale docente e non docente. «Nonostante l'aumento dei casi positivi nelle scuole - spiega Sara De Nitto, referente covid scuole della Asl - la situazione è sotto controllo».

Covid, giù i contagi e le terapie intensive: quattro i morti. Ma in Puglia è picco di influenza tra i bambini

Il dettaglio

«I numeri sono cresciuti in tutti gli istituti, dall'infanzia ai licei, hanno mantenuto ovunque lo stesso trend di aumento. La diffusione dei contagi - conclude De Nitto - è legata alla situazione epidemiologica attuale e in particolare alla elevata contagiosità del virus in questa fase». Nel dettaglio dell'attività di sorveglianza sanitaria mirata al mondo scolastico, i casi positivi sono così distribuiti: 556 nelle scuole secondarie di secondo grado (508 alunni e 48 personale scolastico), 397 nelle scuole primarie (355 alunni e 42 personale scolastico), 283 nelle scuole secondarie di primo grado (266 alunni e 17 personale scolastico) e infine 227 nelle scuole dell'infanzia (201 alunni e 26 personale scolastico). Le classi che attualmente sono interessate da un provvedimento di quarantena sono 139, in rialzo come il numero di casi e sono nel dettaglio così divisi: 15 nella scuola della infanzia, 9 nella scuola primaria, 37 nella scuola secondaria di primo grado e 78 nelle scuole secondarie di secondo grado. 

Il sindaco di Bari Decaro positivo al covid. «Non ho sintomi, ci vediamo presto»

Stop alle attività ordinarie nella Asl Bat

Per la ripresa dei contagi Covid, l'Asl Barletta-Andria-Trani (BAT) ha deciso per ora di rinviare la ripresa delle attività ordinarie della pediatria, della cardiologia e del pronto soccorso no Covid dell'ospedale di Bisceglie. «Come da programma - annuncia l'Asl - all'ospedale di Bisceglie sono riprese tutte le attività ambulatoriali e chirurgiche. Tuttavia l'aumento dei casi positivi e dei ricoveri degli ultimi giorni necessita di una maggiore cautela rispetto alla programmata riapertura della pediatria, della cardiologia e del pronto soccorso no Covid programmato per oggi». «Nonostante l'annunciato termine del periodo pandemico al 31 marzo - conclude l'Asl - resta doverosa la massima cautela sulla organizzazione dei percorsi ospedalieri per i pazienti positivi che necessitano di ricovero. Pertanto in base all'andamento della situazione epidemiologica e del numero dei ricoveri di pazienti positivi, si procederà nei prossimi giorni alla ripresa delle attività ordinarie, al momento rinviate».

Ultimo aggiornamento: 18:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA