Bari, connessione veloce per altre 2mila case. Cresce la copertura

Bari, connessione veloce per altre 2mila case. Cresce la copertura
di Beppe STALLONE
4 Minuti di Lettura
Domenica 10 Aprile 2022, 12:21 - Ultimo aggiornamento: 12:22

Buone notizie per le famiglie di Bari: arriva la connessione veloce per altre 2mila case. Con i 346 milioni del Pnrr la fibra sarà estesa a tutto il territorio. 

I lavori

In un qualsiasi contesto familiare c'è chi, contemporaneamente, guarda in streaming un film ad altissima definizione, chi ascolta musica, chi carica una quantità enorme di dati in dropbox e ancora chi lavora in smart working e chi segue lezioni a distanza. Senza dimenticare la gestione integrata degli impianti tecnologici domestici (climatizzatore, distribuzione di acqua, gas, energia, impianti di sicurezza), in pratica la domotica e la gestione smart di una casa.
Quello descritto è il quadro di ciò che avviene in molte famiglie, comprese quelle pugliesi. Per fare tutto questo c'è bisogno di ricevere e inviare dati, milioni di dati in download o in upload, scaricare o caricare dati. Ovviamente non c'è soltanto una fruizione domestica. Far viaggiare velocemente i dati significa far funzionare i sistemi di videosorveglianza in una città, avere informazioni in tempo reale sul percorso dei mezzi pubblici o nelle campagne attraverso l'uso di droni avere contezza immediata della quantità di acqua erogata nei campi, solo per fare qualche esempio.

Strade, cantieri aperti e maxi-restyling a Bari: 4.5 milioni per i lavori da via Caldarola al centro


Ma come viaggiano i dati e a quale velocità? Viaggiano in rete e le velocità variano. I sistemi sono sostanzialmente tre. Adsl (linea asimmetrica di collegamento digitale): la linea parte dalla centrale e tramite il rame raggiunge l'armadio riparti-linea e da qui riparte, sempre in rame, fino all'abitazione. La velocità di trasmissione dati varia da 1 a 20 Mbps (Megabit per secondo). Con l'ingresso della fibra qualcosa cambia. È il sistema Fttc (Fiber to the cabinet): dalla centrale la fibra giunge nell'armadio riparti-linea, da qui parte in rame e giunge all'unità immobiliare. È un sistema misto dove la velocità di trasmissione in download e in upload migliora e va dai 20 ai 200 Mbps. Infine c'è la fibra vera e propria, cioè il sistema Ftth (Fiber to the home). Dalla centrale parte la linea in fibra, raggiunge il cabinet e da qui esce sempre la fibra che raggiunge l'appartamento. In questo caso la velocità può arrivare a 1.000 Mbps o 1 Gigabit al secondo.

Disagi e collegamenti a singhiozzo. «La rete? Controllate prima in casa»


In Puglia la situazione è nel complesso più che discreta. Oltre a Bari, i capoluoghi di provincia e molti grossi centri, sono quasi completamente raggiunti dalla fibra (Ftth). Da qualche giorno è scaduto il bando (verrà assegnato a giugno) per le cosiddette aree grigie e che prevede la copertura di 644.257 unità immobiliari della Puglia per una dotazione finanziaria di circa 346 milioni di euro, fondi del Pnrr. Dall'ultima mappatura realizzata dai ministeri dello Sviluppo economico e della transizione ecologica si rileva il numero delle unità immobiliari che rientrano nelle zone grigie e nere, cioè in quelle già raggiunte da una rete a banda ultralarga (grigie) e quelle raggiunte da una o più reti a banda ultralarga. Le zone bianche invece sono quelle aree dove nessun imprenditore privato ha interesse a investire. Né a Open fiber e Tim che sono gli operatori che realizzano le infrastrutture, né ai tanti provider, quelli che hanno a che fare con l'utente finale. Solo a Bari si poggiano su rete Open fiber ben 52 operatori.

Le utenze immobiliari classificate in zona bianca sono davvero poche in provincia di Bari, 300 nel capoluogo regionale, 700 a Bitonto, 689 a Modugno, 663 a Monopoli, 631 a Conversano, 574 a Corato, 531 ad Altamura. Si tratta di alcune aree periferiche di quei comuni. Con il bando per le aree grigie si potrà estendere la copertura portando la fibra sino alla singola abitazione, impresa o studio professionale. Bisogna tenere presente che delle 74mila circa unità immobiliari di Bari, 2571 sono i civici grigi, gli altri considerati neri in pratica la fibra la hanno già. Gli interventi si concentreranno su Torre a Mare e San Giorgio (via Giovine), altra zona da coprire via Fanelli e ancora Ceglie e Parco Evoli. Per quanto riguarda la provincia Alberobello e Polignano a Mare sono tutti in zona grigia, cioè in area già coperta da banda ultralarga in genere Fttc, cioè quella mista fibra-rame. Il bando per le zone grigie servirà ad uniformare il servizio coprendo con la fibra l'intero territorio regionale. Il finanziamento pubblico coprirà il 70% circa del valore complessivo delle opere.
© RIPRODUZIONE RISERVATA - SEPA

© RIPRODUZIONE RISERVATA