Bari piange D'Ambrosio, fu presidente del Cc Barion per oltre 30 anni. Il cordoglio del mondo dello sport

Bari piange D'Ambrosio, fu presidente del Cc Barion per oltre 30 anni. Il cordoglio del mondo dello sport
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 17 Agosto 2022, 15:52 - Ultimo aggiornamento: 15:57

È scomparso ieri a 94 anni Bruno D'Ambrosio, storico dirigente del Circolo Canottieri Barion, presidente del sodalizio per circa 30 anni. D'Ambrosio ha avuto un lunghissimo percorso dirigenziale e sportivo, attestato dall'attribuzione della Stella d'Oro al Merito Sportivo del Coni e del Diploma d'Onore del Cio. Cavaliere della Repubblica, D'Ambrosio ha svolto, fra gli altri, importanti incarichi federali quali consigliere nazionale della Federscherma, dopo essere stato presidente del comitato regionale, presidente del Collegio Nazionale dei Revisori della Federcanottaggio e componente della Commissione nazionale impianti sportivi della Federcalcio. «La storia del circolo è quella di Bruno D'Ambrosio - ricorda Francesco Rossiello, presidente del Canottieri Barion - raramente ci sono rapporti identitari così forti come quello fra il Barion ed il suo storico dirigente. Ci lascia uno straordinario esempio di entusiasmo e di tenacia, che speriamo di onorare al meglio con i risultati e i progressi dei nostri atleti. La cosa che più di ogni altra gli stava a cuore».

Il ricordo del Bari

Anche il Bari ha ricordato D'Ambrosio: «Il presidente Luigi De Laurentiis e tutta la SSC Bari - si elgge in una nota - si uniscono al dolore della famiglia D'Ambrosio privata dell'affetto del caro Bruno, per anni dirigente addetto agli arbitri del Club biancorosso. Ai suoi cari vanno le condoglianze e l'abbraccio di tutta la SSC Bari e della famiglia biancorossa». 

Il Coni: non ti dimenticheremo

«La grande famiglia sportiva pugliese - scrive in una nota Angelo Giliberto - ricorda Bruno D'Ambrosio, dirigente sportivo lungimirante, disponibile, impegnato. Lo dimostrano la sua storia, gli incarichi ricoperti e le benemerenze ricevute. Su tutte la Stella d'oro e il diploma d'onore del Coni, a evidenziare l'attività continua al servizio dello sport. Scherma, canottaggio, calcio e il Barion, le sue grandi passioni. Con la sua scomparsa perdiamo una parte della nostra storia. Ciao Bruno, mancherai a tutti noi». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA