Atos a Bari: 400 posti di lavoro nei prossimi due anni

Atos a Bari: 400 posti di lavoro nei prossimi due anni
4 Minuti di Lettura
Lunedì 28 Marzo 2022, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 13:55

Il countdown sta per terminare. Dopo tanto parlare, finalmente apre a Bari la nuova sede aziendale di Atos Italia, che verrà presentata oggi nell’ambito di un’attesa conferenza stampa prevista per le 11.30 nella sala giunta di Palazzo di Città. All’evento parteciperà anche il vicesindaco del Comune di Bari, nonché assessore alle Politiche attive del Lavoro, Eugenio Di Sciascio. Nel corso della presentazione dell’insediamento di Atos, multinazionale europea dei servizi digitali che tra pochi giorni comincerà a scrivere la sua storia nel capoluogo pugliese con l’apertura della sua quinta sede italiana, saranno svelati i dettagli del piano industriale attraverso cui il colosso mondiale della consulenza informatica prevede di assumere 400 specialisti entro il 2024. Ad illustrare tutti i dettagli del progetto sarà l’amministratore delegato di Atos Italia, Giuseppe Di Franco, affiancato dagli assessori regionali Alessandro Delli Noci e Sebastiano Leo.

Selectika, lavori avviati ma per 12 resta il nodo assunzioni. «E qui nessuno sa nulla»

Il progetto


Si tratta di un progetto lungimirante, che ha radici lontane. Infatti Atos è leader globale nella trasformazione digitale con 107mila dipendenti e un fatturato annuo di oltre 11 miliardi di euro. Player numero uno in Europa in ambito cybersecurity, cloud e high performance computing, il gruppo fornisce soluzioni end-to-end per tutte le industry in 71 Paesi. Pioniera nei servizi e nei prodotti a supporto della decarbonizzazione, la multinazionale si impegna a garantire ai propri clienti un digitale sicuro e decarbonizzato, contribuendo come mission aziendale alla progettazione del futuro nelle tecnologie dell’informazione. In tutto il mondo, il gruppo consente ai suoi clienti, dipendenti, collaboratori e alla società in generale di vivere, lavorare e progredire nelle tecnologie dell’informazione in modo sostenibile e sicuro.
Atos ha ripercorso quanto fatto di recente da Ernst & Young, network mondiale di servizi professionali di consulenza direzionale, revisione contabile, fiscalità, transaction e formazione, presente con più di 700 uffici in oltre 150 paesi fra cui l’Italia, con gli uffici di Bari in via Abate Gimma.

Autisti e tecnici amministrativi, nuove assunzioni in Regione: 80 posti a tempo indeterminato

Annoverato fra i principali player al mondo nel suo settore, Atos ha deciso di investire nel capoluogo pugliese seguendo la scia dei principali competitor (Ey Deloitte e Reply su tutti). Il progetto e la nuova filosofia di Deloitte per l’Italia, ad esempio, trova ampia realizzazione nella nuova sede di Bari in Corso Vittorio Emanuele, dove sarà operativa dal mese prossimo. L’azienda di revisione londinese ha scelto Bari per un investimento importante anche da un punto di vista occupazionale, con l’assunzione di cento giovani prevalentemente laureati in economia. La posizione strategica del capoluogo, ma anche la sua crescita da un punto di vista economico, hanno spinto la Deloitte all’apertura di una sede unica nel quale confluiranno gli uffici di consulenza legale e fiscale, già attivi in città. 

Popolare di Bari: «100 assunzioni e nessuna filiale chiusa»


Ma non finisce qui. Oltre alle scelte dei colossi internazionali, ci sono poi le aziende del territorio Fincons ed Exprivia, realtà consolidate anche grazie alle imprese e alle organizzazioni per le quali i rispettivi network lavorano nella provincia di Bari, estendendo il proprio raggio d’azione su tutta la regione Puglia. Realtà come Fincons ed Exprivia già attingevano talenti da impiegare nelle proprie sedi da università e politecnico, dando occupazione a tanti giovani laureati in informatica. Il tessuto produttivo della Puglia fa leva su una serie di potenzialità che, nonostante il generalizzato rallentamento dovuto alla pandemia, consente di identificare imprese, distretti ma più in generale degli ecosistemi che rappresentano vere e proprie vocazioni produttive con forti legami nel territorio stesso. E scelte come quella di Atos, che da oggi si farà conoscere alla città, testimoniano un trend che vede la provincia di Bari risultare territorio fertile per le scelte lungimiranti di imprenditori illuminati che operano nei settori della consulenza aziendale a 360 gradi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA