Appalti truccati, torna libero l'ex vicesindaco di Polignano. Attesa decisione per Vitto

Lunedì 16 Maggio 2022

Torna libero l'ex vicesindaco dimissionario di Polignano a Mare, Salvatore Colella, agli arresti domiciliari dal 21 aprile scorso nell'ambito di una indagine su presunti appalti truccati al Comune del Barese.

Il Riesame ha accolto il ricorso

Il Tribunale del Riesame di Bari ha accolto il ricorso del difensore, l'avvocato Mario Malcangi, ritenendo cessate le esigenze cautelari. Si attende nelle prossime ore la decisione dei giudici anche sull'ex sindaco Domenico Vitto (anche lui agli arresti domiciliari dal 21 aprile e dimessosi poi il 12 maggio). I difensori, gli avvocati Michele Laforgia e Mauro Petrarulo, hanno presentato istanza di revoca della misura cautelare al gip (che non si è ancora pronunciato) e stamattina hanno discusso l'udienza di Riesame.

L'inchiesta

Nell'inchiesta della Guardia di Finanza, coordinata dal pm Michele Ruggiero, gli indagati complessivamente sono 24, tra dirigenti e funzionari del Comune di Polignano e imprenditori, accusati a vario titolo, di corruzione, concorso in peculato e turbativa d'asta, falso ideologico, rivelazione del segreto d'ufficio, omissione di ufficio, subappalto illecito. Sono sei le gare su cui sarebbero state accertate irregolarità, tra le quali la riqualificazione del lungomare Domenico Modugno dove sorge la statua del noto cantante, per un valore complessivo di circa 1,2 milioni di euro.

Ultimo aggiornamento: 17 Maggio, 19:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA