Trent'anni dallo sbarco degli albanesi: Brindisi e Bari città di accoglienza. Arriva il premier Rama: il programma delle celebrazioni

Trent'anni dallo sbarco degli albanesi: Brindisi e Bari città di accoglienza. Arriva il premier Rama: il programma delle celebrazioni
3 Minuti di Lettura
Giovedì 4 Marzo 2021, 09:22 - Ultimo aggiornamento: 12:47

Tutto pronto per l'arrivo, sabato mattina a Brindisi, del premier albanese Edi Rama, che sarà in visita nella città messapica in occasione del trentennale dello sbarco degli albanesi del 1991.
L'arrivo è previsto per le 10.30 sulla scalinata Virgilio, con l'accoglienza da parte delle autorità ed in particolare del presidente della Provincia e sindaco di Brindisi Riccardo Rossi, nonché dell'ex primo cittadino Giuseppe Marchionna, che ricopriva il ruolo di sindaco proprio nel 1991, quando nel porto di Brindisi arrivarono i primi profughi in fuga dalla dittatura e dalla fame. Subito dopo, si terrà presso le colonne romane l'assemblea dei sindaci della provincia di Brindisi.


Una volta terminato questo appuntamento, sarà la volta del sopralluogo presso la ex stazione marittima, dove il premier Rama parteciperà alla scopertura della targa di intitolazione del Portico degli Albanesi. Proprio nei giorni scorsi, in vista dell'arrivo del presidente del consiglio dei ministri dell'Albania, il presidente dell'Autorità di sistema portuale Ugo Patroni Griffi ed il console generale albanese Gentiana Mburimi di ricordare quanto accaduto nel 1991 con l'intitolazione del portico della ex stazione marittima, che pure fu protagonista di quei giorni di accoglienza.


Proprio nel capoluogo messapico, infatti, arrivò, la prima ondata di disperati in fuga dal proprio Paese, dalla povertà e dalla disperazione, alla ricerca di una speranza, di un futuro. E proprio a Brindisi migliaia e migliaia di persone trovarono accoglienza, fratellanza, comprensione. Nonostante una situazione difficile, una vera e propria polveriera sociale, che avrebbe potuto esplodere con conseguenze catastrofiche.
E invece, tutto filò liscio e tutti i brindisini, in un modo o nell'altro, contribuirono ad accogliere ed aiutare quei fratelli albanesi giunti sulle banchine del porto brindisino. «È giunto il momento - ha sottolineato in questo senso il presidente dell'Autorità di sistema - di ricordare adeguatamente questo gesto di grandissima umanità e compassione» .


Dopo la cerimonia di intitolazione, alle 11.30 sarà la volta dell'inaugurazione della mostra di Fate Velaj Beyond the Identity, che si terrà presso l'ex convento Santa Chiara, in via Santa Chiara.
Infine, l'ultima tappa della visita del premier Edi Rama in Puglia (domani, infatti, sarà a Bari sempre per il trentennale dello sbarco, che coinvolse anche il capoluogo di regione), sarà l'incontro, che si terrà a mezzogiorno a cura del consolato generale di Albania, con i cittadini albanesi in Puglia nella sala conferenze del museo provinciale Ribezzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA