Estorsione ad un commerciante: arrestato il figlio del boss

Estorsione ad un commerciante: arrestato il figlio del boss
2 Minuti di Lettura
Martedì 10 Maggio 2022, 10:36 - Ultimo aggiornamento: 11 Maggio, 14:49

Estorsione ad un commerciante: arrestato il figlio del boss. Avrebbe costretto un commerciante titolare di un negozio di abbigliamento di Altamura, nel Barese, a consegnargli tremila euro di merce senza richiedere il relativo pagamento né sporgere denuncia. Il pregiudicato 36enne Michele Loiudice è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Lupara bianca, testimone chiave dell'omicidio Pagano non si presenta in aula

Shopping senza pagare

L'episodio risalirebbe al luglio scorso. I militari hanno identificato il 36enne perché sottoposto alla misura dell'affidamento in prova ai servizi sociali, dopo dieci anni di detenzione in carcere per l'omicidio del boss Bartolo D'Ambrosio, risalente al settembre 2010. Stando alle indagini coordinate dalla Dda di Bari «il 36enne - fanno sapere gli investigatori in una nota - non avrebbe avuto bisogno di accompagnare la richiesta con particolari argomentazioni, esercitando sulla vittima l'intimidazione propria delle organizzazioni mafiose e potendo contare sul fatto che la vicenda non sarebbe stata denunciata, così come di fatti è avvenuto».

L'indagato, infatti, si sarebbe fatto consegnare la merce «sotto la minaccia implicita, derivante dalla propria caratura criminale e di quella del padre» Giovanni, ritenuto esponente di spicco della criminalità organizzata di Altamura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA