Xylella, gelate e fondi Psr: sfila la rabbia di tremila agricoltori pugliesi

Lunedì 7 Gennaio 2019
Una delegazione dei Gilet Arancioni pugliesi sarà ricevuta mercoledì 9 gennaio alle 11 dal ministro delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio. Lo ha annunciato il portavoce del coordinamento degli agricoltori pugliesi, Onofrio Spagnoletti Zeuli, dal palco della manifestazione di protesta a Bari, alla quale oggi hanno partecipato circa 3mila lavoratori con decine di trattori.

Un gruppo di manifestanti ha incontrato nel palazzo della Regione Puglia il presidente Michele Emiliano. In piazza Prefettura si sono alternate le voci dei rappresentanti del mondo agricolo pugliese che chiedono lo stato di calamità per le gelate del febbraio 2018, interventi per la Xylella e lo sblocco dei Psr. Accanto ad agricoltori e olivicoltori hanno manifestato i sindacati, decine di sindaci, oltre a rappresentanti regionali e nazionali di tutti i partiti politici di maggioranza e opposizione che, sotto un gazebo allestito in piazza, hanno risposto a turno alle domande dei Gilet Arancioni.

Erano attesi 150 trattori e oltre 3.000 agricoltori e olivicoltori. Accanto ai Gilet Arancioni, oordinamento che raggruppa le organizzazioni Agci, Associazione frantoiani di Puglia, Cia, Confagricoltura, Confocooperative, Copagri, Italia olivicola, Legacoop, Movimento nazionale agricoltura, Unapol, Liberi agricoltori, sono scesi in piazza i sindacati dei lavoratori (Cgil, Cisl e Uil), l’Anci, l’Ordine degli agronomi, il Collegio regionale dei periti agrari e rappresentanti di alcune forze politiche. Non ha aderito Coldiretti. I trattori sono arrivati in città e si sono schierati in piazza Prefettura, sul lungomare e fin sotto la sede della Regione Puglia. Ultimo aggiornamento: 18:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA