Allarme uova biologiche contaminate: il ministero dispone il ritiro dagli scaffali - I MARCHI A RISCHIO

Venerdì 24 Gennaio 2020
Uova biologiche ritirate dal mercato per allarme contaminazione. Lo ha disposto il ministero della Salute per alcuni tipi di uova commercializzati e considerati a rischio di contaminazione microbiologica. Già nei giorni scorsi era stato diffuso un primo avviso, ma adesso sul sito del ministero sono comparsi nuovi provvedimenti, che riguardano le uova prodotte dall'azienda agricola biologica “Olivero Claudio” nello stabilimento di via Rigrasso a Monasterolo di Savigliano, in provincia di Cuneo, in Piemonte, ma rivendute con marchi come Amadori, Verso Natura Conad e Cascina Italia.

Cinghiale infetto alla trichinella, è allarme. «Il parassita può essere letale per l'uomo»
Alluminio, allarme Ministero della Salute: «Non usatelo per avvolgere le merende dei bimbi»

Sul portale del dicastero sono stati pubblicati tre differenti avvisi, che riguardano i prodotti identificati dal lotto 5528139926 e con data di scadenza fissata all'8 febbraio 2020. 
Attenzione: uno dei richiami è riservato anche al formaggio “Puzzone di Moena” prodotto e commercializzato dalla ditta Aldi: alcuni lotti sarebbero stati contaminati da Listeria Monocytogenes. © RIPRODUZIONE RISERVATA