Alicante choc, a 15 anni uccide i genitori e il fratellino e convive con i cadaveri per tre giorni

Il delitto innescato probabilmente da una violenta lite a seguito di una punizione: al ragazzo era stato vietato l'uso di internet

Alicante choc, a 15 anni uccide i genitori e il fratellino e convive con i cadaveri per tre giorni
Alicante choc, a 15 anni uccide i genitori e il fratellino e convive con i cadaveri per tre giorni
3 Minuti di Lettura
Sabato 12 Febbraio 2022, 15:07 - Ultimo aggiornamento: 19:43

Un minore di 15 anni è stato arrestato venerdì sera per aver ucciso martedì scorso a colpi di fucile i suoi genitori e il fratellino di 10 anni n un quartiere di Elche (Alicante). Lo scrive El Pais. Il ragazzo, che ha confessato, ha convissuto con i cadaveri in casa per tre giorni, durante i quali non è andato a scuola.

La Polizia Nazionale sta indagando su quali possano essere le ragioni che hanno innescato il triplice omicidio, anche se le ipotesi principali puntano a una discussione legata al pessimo rendimento scolastico del presunto assassino e alla sua limitata partecipazione ai lavori domestici o agricoli. In questo senso, l'aggressività del giovane potrebbe aver avuto origine dopo una violenta lite con la madre, che gli ha tagliato il wi-fi per punizione.

Secondo fonti della polizia, la scoperta del delitto parte dalla domanda casuale che una vicina ha posto al ragazzo incontrandolo per caso. La donna gli ha detto che non vedeva i suoi genitori da qualche giorno, e, spontaneamente, il ragazzo avrebbe risposto che li aveva uccisi qualche giorno prima. La vicina ha allertato un parente che si è recato nell'abitazione e ha chiamato la polizia e i servizi di emergenza. Sul luogo si sono recati gli agenti della Polizia Locale e della Polizia Nazionale dell'Elche, nonché un'équipe di psicologi.

La comunità di Elche è sotto choc. Il sindaco Carlos Gonzalez ha diffuso un messaggio in cui chiede ai concittadini di osservare tre minuti di silenzio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA