Trump a Londra attacca Khan: «Perdente». Insolita stretta di mano con la Regina Elisabetta

Tappeto rosso ma anche polemiche al veleno sullo sfondo della visita di Stato iniziata oggi nel Regno Unito da Donald Trump. In particolare con il sindaco laburista di Londra, Sadiq Khan, con cui il presdiente degli Stati Uniti ha ingaggiato l'ennesimo botta e risposta via Twitter ancor prima che l'Air Force One atterrasse. Questa volta a iniziare era stato Khan dando ieri del «fascista» all'ospite in arrivo. Trump per tutta risposta lo ha paragonato allo «stupido e incompetente» primo cittadino dem di New York, Bill de Blasio.
 
Oltre a insistere a irriderlo per la bassa statura, lo ha definito «un perdente», invitandolo a occuparsi della dilagante «criminalità» di strada a Londra. «Sadiq rappresenta i valori progressisti di Londra nel mondo», mentre Trump, al di là dei suoi «insulti infantili», «è il più vergognoso esempio della crescita dell'estrema destra nel mondo», ha controreplicato un portavoce del Municipio.

LEGGI ANCHE Meghan Markle "snobba" Trump: non sarà a Buckingham Palace per la visita del presidente Usa

 




La visita istituzionale - Il presidente americano e la First Lady Melania sono atterrati in elicottero a Buckingham Palace per il cerimoniale dell'accoglienza della visita di Stato nel Regno Unito. A incontrare la coppia presidenziale nel parco sono stati il principe Carlo, erede al trono, e la sua consorte, Camilla, duchessa di Cornovaglia. Sia Melania sia Camilla sono vestite di bianco con vistosi cappelli. Il presidente Usa, camminando al fianco di Carlo, ha poi raggiunto l'ingresso dove è stato accolto con un sorriso dalla regina Elisabetta vestita di verde.  Trump è il terzo presidente Usa a ricevere questo onore dopo George W. Bush e Barack Obama.
 
A dominare la visita nel Regno Unito sarà il dossier Brexit con le posizioni espresse dall'inquilino della Casa Bianca che, prima del suo arrivo a Londra ha criticato come Theresa May ha condotto i negoziati con Bruxelles e consigliato al suo successore di lasciare l'Unione europea senza accordo.
 
 

Le proteste - Prime proteste contro Donald Trump a Londra nel giorno dell'arrivo nel Regno Unito. Striscioni sono stati appesi da Amnesty International su Vauxhall Bridge, di fronte all'ambasciata americana dove Trump e la first lady Melania risiederanno in questi giorni, con l'invito a «resistere» al leader della Casa Bianca, accusato di «fare a pezzi i diritti umani». «Resisti al sessismo, resisti al razzismo, resisti all'odio, resisti alla crudeltà, resisti a Trump», incita uno slogan. Manifestazioni di dissenso sono previste in vari punti della capitale già oggi, a margine della prima giornata cerimoniale della missione durante la quale Trump visiterà l'abbazia di Westminster, prima di avere un tè di lavoro con l'erede al trono Carlo a Clarence House e quindi di partecipare al banchetto ufficiale offerto in suo onore dalla regina Elisabetta a Buckingham Palace.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 3 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento: 04-06-2019 08:50
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti