Terza guerra mondiale, la tv di stato russa: «È già cominciata, l'Occidente vuole cancellarci». Poi l'appello a Putin: «Usi le armi nucleari»

La televisione che fa capo al Cremlino parla seguendo la propaganda voluta dallo zar

Terza guerra mondiale, la tv di stato russa: «È già cominciata, l'Occidente vuole cancellarci». Poi l'appello a Putin: «Usa le armi nucleari»
Terza guerra mondiale, la tv di stato russa: «È già cominciata, l'Occidente vuole cancellarci». Poi l'appello a Putin: «Usa le armi nucleari»
3 Minuti di Lettura
Sabato 16 Aprile 2022, 09:49 - Ultimo aggiornamento: 17 Aprile, 11:15

Per la tv di stato russa, che fa direttamente capo al Cremlino, la «terza guerra mondiale è già cominciata». La presentatrice di Rossiya 1 Olga Skabeyeva, parlando dell'affondamento del Moskva «dovuto a un incendio», ha affermato che l'escalation è già tranquillamente definibile «terza guerra mondiale» e ha aggiunto che la Russia sta «probabilmente combattendo contro la stessa Nato». 

Kiev, 900 cadaveri di ucraini giustiziati, il capo della polizia Nebytov: «Alcuni indossavano fasce bianche». Ecco perché

La propaganda nella tv di stato

«Il disastro del Moskva - aggiungono alcuni esperti intervenuti durante la trasmissione - è stato causato certamente dalla guerra». Inoltre, hanno suggerito a Putin di «usare armi nucleari su Kiev, così che la Russia possa bombardarli una volta e basta». In un altro programma hanno invece spiegato che la l'Occidente sta fornendo all'Ucraina «miliardi di armi» e che, su richiesta di chi li sta armando, Kiev sta alzando il livello delle «provocazioni, che sono ancora più sanguinose, orribili, completamente impensabili».

La conduttrice Olesya Loseva ha detto ai telespettatori che l'Occidente «la Russia sia un paese indegno di essere sulla mappa del mondo e che tutti i russi dovrebbero semplicemente essere cancellati dalla faccia della terra» poche ore dopo che è stato confermato che la Moskva era affondata. E gli ucraini cosa ne pensano? Secondo la tv accolgono i russi «come veri liberatori» a Kharkiv e hanno affermato che Kiev sta compiendo «un genocidio, non i russi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA