Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Teramo, bambina di sei anni sfugge alla mamma e annega in mare: aperta un'inchiesta

Teramo, bambina di sei anni sfugge alla mamma e annega in mare: aperta un'inchiesta
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 22 Giugno 2016, 18:15 - Ultimo aggiornamento: 23 Giugno, 22:14
Una intera spiaggia in ansia, minuti drammatici di speranza, purtroppo vanificata nonostante gli sforzi dei soccorritori: una bambina di sei anni, che si trovava in spiaggia con la madre, è annegata sull'arenile della Torre del Cerrano, a Pineto. Secondo una prima ricostruzione, sembra che la piccola sia sfuggita al controllo della mamma, che ha cominciato a cercarla sulla spiaggia. 

Sarebbe stato un bagnante ad accorgersi che la piccola era in acqua: il suo corpo galleggiava in mare a poca distanza dalla battigia. Sono stati attimi drammatici, perché la piccola era in arresto cardiaco. I soccorsi sono stati tempestivi: il personale del 118 è arrivato immediatamente sia da Silvi (Teramo), con la Croce Rossa, che da Atri (Teramo) con l'ambulanza medicalizzata, e ha cominciato la rianimazione cardiopolmonare, mentre l'eliambulanza inviata dalla sala operativa dell'emergenza del 'Mazzinì era in attesa di poter trasferire la bambina all'ospedale di Pescara. Ma è stato tutto inutile, la piccola ha smesso di respirare lì, sull'arenile. In base ai primi accertamenti della Guardia Costiera la bimba si sarebbe allontanata dall'ombrellone di uno stabilimento balneare dove si trovava in vacanza.

Il pm di Teramo, Luca Sciarretta, ha aperto un'inchiesta sulla tragedia in spiaggia a Pineto, affidando il fascicolo agli agenti del Commissariato della polizia di stato di Atri (Teramo), e deciderà nelle prossime ore se disporre l'autopsia sul corpicino della bambina. La piccola si chiamava Nicole T., aveva sei anni, era di Udine e stava trascorrendo un periodo di vacanza con la famiglia allo chalet Eucaliptus Beach da Cilli. Sembra che stesse girando proprio nei pressi del tratto di spiaggia del suo chalet quando la madre ne ha perso le tracce.

Alcuni dei testimoni avrebbero riferito che la piccola era in acqua assieme ad altri bambini, ma che improvvisamente nessuno l'avrebbe più vista.
© RIPRODUZIONE RISERVATA