Sei vigili del fuoco eroi di Notre Dame accusati di aver stuprato una studentessa norvegese

Dall'altare (di Notre Dame) alla polvere: sei vigili del fuoco di Parigi proclamati “eroi” per aver affrontato l’incendio della cattedrale di Parigi sono finiti sotto inchiesta dopo essere stati accusati di aver stuprato in gruppo una ragazza in una caserma della città. L’ufficio del procuratore di Parigi ha dichiarato che i sospettati sono stati presi in custodia nell’ambito di una indagine giudiziaria.

LEGGI ANCHE: Notre Dame, il salvataggio questione di minuti: «Tutto si è giocato in un quarto d'ora»

I sei si sono presentati davanti a un giudice lunedì, che li ha nominati come “testimoni qualificati” nel caso, secondo l’ufficio del pubblico ministero. Secondo la legge francese, il possesso di questo status significa che i magistrati hanno  motivo di sospettare che gli uomini fossero più di semplici testimoni e che siamo coinvolti in atti illeciti, ma non si hanno al momento prove sufficienti. I sei uomini sono stati poi rilasciati in attesa di ulteriori indagini.
 
 


Gabriel Plus, portavoce dei vigili del fuoco di Parigi ha affermato che tutti i sospettati sono stati sospesi.

Un funzionario di polizia ha riferito che una studentessa norvegese ha presentato sabato una denuncia per presunto stupro all’interno di una caserma dei pompieri nel quartiere Plaisance, a sud di Parigi.

Il quotidiano francese Le Parisien ha riportato che la ragazza abbia riferito alla polizia di aver fatto sesso consensualmente con un vigile del fuoco, ma che sia poi stata violentata dagli altri.
 


L’accusa è arrivata poche settimane dopo che i vigili del fuoco di Parigi sono stati acclamati come eroi per gli sforzi durati un’intera notte per salvare la cattedrale di Notre Dame da un incendio devastante.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 7 Maggio 2019 - Ultimo aggiornamento: 08-05-2019 20:07
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti