“Serena Mollicone, maresciallo dei carabinieri, figlio e moglie incastrati dalla perizia”
Foto sbagliata per un caso di omonimia

Venerdì 22 Febbraio 2019

In relazione al tragico fatto di cronaca dell’omicidio di Serena Mollicone, si precisa (sulla base di quanto risultante dall’informativa depositata in Procura dai Carabinieri a chiusura delle indagini) che tra le persone sospettate del delitto vi sarebbe un omonimo dell’ing. Marco Mottola, di Bari, con il quale quest’ultimo non ha assolutamente nulla a che vedere.
Questo giornale si scusa pertanto con il professionista, erroneamente associato alla notizia del delitto e precisa che nell'articolo dal titolo “Serena Mollicone, maresciallo dei carabinieri, figlio e moglie incastrati dalla perizia”, pubblicato in data 19.2.2019, è stata erroneamente utilizzata - proprio a causa della suddetta omonimia - una foto disponibile in rete dell’ing. Marco Mottola, persona ovviamente del tutto estranea ai fatti.

Ultimo aggiornamento: 12:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA