Selvaggia Lucarelli e Zangrillo, botta e risposta su Berlusconi: «Lei è una donna volgare e cattiva»

Venerdì 11 Settembre 2020

Botta e risposta tra Selvaggia Lucarelli e Alberto Zangrillo, primario del San Raffaele di Milano.

Su twitter il medico, facendo riferimento a Silvio Berlusconi, ha spiegato che «a marzo sarebbe morto».

Immediata, sullo stesso social, la replica della Lucarelli che riprendendo le parole del sanitario risponde: «Zangrì, facciamo che a marzo intanto Berlusconi avrebbe trovato posto in una terapia intensiva, un altro 83enne col ca…».
 

A stretto giro arriva la replica dello stesso Zangrillo che scrive: «Lei è una donna volgare e cattiva. Lo dico a difesa dei medici e degli infermieri che hanno lavorato al mio fianco, senza sosta per salvare l'ultimo degli ultimi. Dio abbia perdono di Lei».
 


La discussione a colpi di tweet continua, e l'ultima parola è della Lucarelli: «Strano, perché quando mi scrive o mi telefona per cercare di addolcirmi mi chiama “gentilissima”. Avrà capito che con me certi tentativi sono clinicamente morti».
 

Ultimo aggiornamento: 12:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA