Covid a scuola, si cambia: quarantena e dad anche per un solo caso

Martedì 30 Novembre 2021

Scuola, si cambia. A quasi un mese dalle nuove regole per la gestione dei casi covid tra i banchi, i ministeri della Salute e dell’Istruzione cambiano ancora. Il perché è presto detto: "Ultimamente si sta assistendo ad un aumento rapido e generalizzato del numero di nuovi casi di infezione da Sars-CoV-2, anche in età scolare - si legge nella circolare inviata alle scuole -, con una incidenza (casi/popolazione) settimanale ancora in crescita e pari a 125 per 100.000 abitanti (19/11/2021 – 25/11/2021): valore ben lontano dal quello ottimale di 50 per 100.000, utile per un corretto tracciamento dei casi”.

Le nuove indicazioni

E dunque proprio in considerazione del fatto che la situazione epidemiologica sia cambiata nelle ultime settimane - registrando un aumento della circolazione virale - "si ritiene opportuno sospendere il programma di sorveglianza con testing con un singolo caso positivo tra studenti e docenti" e mettere in quarantena "tutti i soggetti ritenuti contatti stretti di un gruppo classe anche se si è verificato un singolo caso tra il personale scolastico".

"Nel caso in cui le autorità sanitarie siano impossibilitate ad intervenire tempestivamente - si legge ancora nel documento -, il dirigente scolastico, venuto a conoscenza di un caso confermato, è da considerarsi autorizzato, in via eccezionale ed urgente, a disporre la Dad nell’immediatezza per l’intero gruppo classe ferme restando le valutazioni dell’Asl".

Ai Dipartimenti di Prevenzione resta la possibilità di scegliere la strategia di controllo per la tutela della salute pubblica per ogni singola indagine di focolaio epidemico in ambito scolastico.

Ultimo aggiornamento: 2 Dicembre, 13:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA