Un razzo cinese cadrà sulla Terra: possibili tre traiettorie, anche in Puglia

Un razzo cinese cadrà sulla Terra: possibili tre traiettorie, anche in Puglia
3 Minuti di Lettura
Venerdì 29 Luglio 2022, 19:18 - Ultimo aggiornamento: 30 Luglio, 11:24

Nuovi aggiornamenti sulla caduta del razzo cinese Lunga Marcia, prevista nella tarda notte di domani (30 luglio). In base alle previsioni attuali di caduta, la Protezione Civile ha fatto sapere che, dalle misurazioni, non si possono ancora escludere tre differenti traiettorie verso l'Italia. Queste ultime potrebbero interessare il Centro-Sud, in particolare Lazio (da Latina verso Sud), Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sardegna e Sicilia. 

L'impatto previsto il 30 luglio

L'impatto, previsto il 30 luglio con un’incertezza di più o meno 15 ore, è di un elemento del razzo cinese Lunga Marcia 5B, che il 24 luglio scorso ha portato in orbita il secondo modulo della stazione spaziale cinese Tiangong. Secondo il Centro statunitense per gli studi sulle orbite e il rientro dei detriti spaziali (Cords), il componente del razzo rimarrà probabilmente in volo per circa una settimana.

Ricadrà in modo incontrollato 

Il compomente del Lunga Marcia 5B ricadrà sulla Terra in modo incontrollato, come era accaduto anche nelle precedenti missioni: dopo il primo lancio avvenuto il 5 maggio 2020, lo stadio principale è caduto al largo della costa occidentale africana, mentre a maggio 2021 nell’Oceano Indiano. «È chiaro che la Cina non sta rispettando gli standard di responsabilità per quanto riguarda i loro detriti spaziali”, commenta Bill Nelson, amministratore della Nasa. «È fondamentale che la Cina e tutte le nazioni che viaggiano nello spazio, come anche le entità commerciali, agiscano in modo responsabile e trasparente – aggiunge Nelson – per garantire la sicurezza, la stabilità e la sostenibilità a lungo termine delle attività nello spazio».

L'orario dell'impatto

Di ora in ora si fanno sempre più accurate le previsioni sulla caduta dello stadio centrale del razzo cinese 'Lunga marcia 5B', in rientro incontrollato in atmosfera. Le ultime stime aggiornate, elaborate dall'americana Aerospace Corporation, collocano l'evento intorno alle 20:26 (ora italiana) di sabato 30 luglio, con un'incertezza di circa 6 ore. La situazione rimane comunque in evoluzione: il margine di errore rimarrà sostanziale fino all'ultimo. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA