Ponti 2023, ecco i 4 giorni di ferie da prendere per avere 32 giorni di riposo tra weekend e festività

Ecco i giorni strategici da segnare sul calendario per avere delle vere e proprie "mini vacanze"

Ponti 2023, ecco i 4 giorni di ferie da prendere per avere 32 giorni di riposo "regalati" tra weekend e festività
Ponti 2023, ecco i 4 giorni di ferie da prendere per avere 32 giorni di riposo "regalati" tra weekend e festività
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 7 Dicembre 2022, 17:06 - Ultimo aggiornamento: 8 Dicembre, 00:58

Sarà l'anno dei "maxi-ponti". Il 2023 non è ancora iniziato ma, calendario alla mano,  riserva già delle belle sorprese per lavoratori e studenti. Incrociando ponti, festività e weekend si può arrivare infatti a totalizzare 32 giorni di riposo con soli 4 giorni di ferie. Come fare? Ecco il calendario mese per mese per approfittare al meglio di questo anno meno faticoso del previsto.  

Assindatcolf: «Detrazioni insufficienti, costo badante può arrivare a 30mila euro l’anno»

2023, calendario festività e ponti

Gennaio 2023: Epifania di venerdì

L'anno inizia nel migliore dei modi: il 6 gennaio, Epifania, cade di venerdì. Si potrà dunque anticipare il weekend lungo partendo giovedì 5 gennaio e tornando domenica 8 sera. 

Febbraio e marzo

Febbraio e marzo non regalano sconti. Non sono previste festività né giorni di riposo extra: il 14 febbraio, san Valentino cade di martedì, mentre il 19  marzo a festa del Papà sarà di domenica.

Aprile 4 giorni di riposo con un solo giorno di ferie 

La prima vera pausa dell'anno arriverà per Pasqua domenica 9 aprile, e il successivo lunedì dell'Angelo 10 aprile. Dopo qualche settimana però inizia il periodo dei maxi-ponti che quest'anno saranno particolarmente favorevoli: la liberazione, 25 aprile cade di martedì consentendo un primo ponte da venerdì sera 21 al martedì 25 (per un totale di 4 giorni di riposo con solo un giorno di ferie Lunedì 24 aprile).

Bonus 200 euro, nuovi beneficiari: ecco chi sono. Scadenza per presentare la domanda il 30 novembre

Maggio e giugno: ponti e festività 

Anche il primo maggio cadrà di lunedì con il risultato di tre giorni di riposo "naturali" (sabato 29 e domenica 30 e lunedì 1) senza dover richiedere un neanche giorno di ferie.

Il meccanismo si ripete per il 2 giugno, festa della repubblica che cadrà di venerdì e consentirà tre giorni di riposo senza neanche un giorno di ferie (sommandosi a sabato 2 e domenica 4). 

Per chi lavora a Roma fine giugno riserv aun altro ponte per San Pietro e Paolo il 29 giugno sarà di giovedì e basterà chiedere il venerdì 30 di ferie per avere 4 giorni di festa.

Luglio e Agosto: attenzione al 15 

A luglio non sono previste festività, ma si potrà attingere al monte ore accumulato per richiedere una pausa relax. II 15 agosto anche in posizione favorevole, cadrà di martedì consentendo un ponte già da sabato 12. 

 

Settembre e ottobre nessuno sconto  

A settembre e ottobre si lavorerà senza sconti, a meno che non si voglia concedere alcuni giorni di ferie tra quelli risparmiati durante l'anno. E 

A Novembre 2 giorni di ferie e 5 di riposo 

A novembre l'anno si chiude regalandoci un'altra occasione di riposo extra: prendendo solo due giorni di ferie (lunedì 30 e martedì 31) si potranno aggiungere sabato 28 e domenica 29 oltre ovviamente al 1 novembre e avere così 5 giorni di riposo. Oppure si può scegliere di prendere due giorni di ferie giovedì 2 e venerdì 3, da aggiungere a sabato 4 e domenica 5 ottenendo sempre 5 giorni di vacanza. 

Dicembre "doppia vacanza" per Immacolata e Natale 

Fortunata" anche la data dell'8 dicembre che nel 2023 cadrà di venerdì. Per i milanesi la festa potrà essere cumulata con la festa del patrono Sant'Ambrogio, il 7 dicembre senza chiedere neanche un giorno di ferie. 

Natale e Santo Stefano cadranno di lunedì e martedì regalandoci un'ultima vacanza dal 22 al 26 dicembre senza neanche un permesso. E l'anno si chiude in bellezza: il 1° gennaio 2024 sarà un lunedì, così da fare sabato 30, domenica 31 e lunedì 1 completamente a riposo. 

Shopping invece di lavorare, 30 furbetti del cartellino scoperti all'Ente regionale

© RIPRODUZIONE RISERVATA