Omicron con la variante Delta, due casi di doppio contagio scoperti a Padova e Trento

Giovedì 13 Gennaio 2022
Omicron con la variante Delta, due casi di doppio contagio scoperti a Padova e Trento

Omicron con la variante Delta, sono due i casi di doppia infezione scoperti a Padova: per la prima volta in Veneto, infatti, sono stati individuati due casi di doppio contagio da variante Delta e Omicron. Lo scorso 3 gennaio l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IZSVe) di Legnaro ha ricevuto dai laboratori di microbiologia delle Ulss e delle Aziende ospedaliere del Veneto e di Trento 316 campioni. Tra questi, sono stati identificati due casi di co-infezione da varianti Delta e Omicron.

 

Omicron, dal ricovero breve alla quarantena ridotta: ecco quando tornare al lavoro

Covid, Italia tutta rosso scuro nella mappa Ecdc: massimo rischio epidemiologico

 

«Non si tratta di una nuova variante»

I campioni sono rispettivamente appartenenti a un paziente residente in provincia di Padova e uno in provincia di Trento. «Effettivamente nel sequenziamento si trovano sia le mutazioni della variante Delta che quelle della Omicron - spiega all'ANSA Antonia Ricci, direttore generale dello Zooprofilattico - ma questo non è dovuto alla presenza di una nuova variante bensì alla presenza contemporanea sia della Delta che della Omicron».

 

«L'infezione non risulta essere più grave»

Ricci precisa inoltre che la co presenza delle due varianti non deve spaventare. «L'infezione non risulta essere più grave - chiarisce - di quello che farebbe singolarmente ogni variante».

 

 

 

 

Video

 

 

Ultimo aggiornamento: 21:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA