Omicron sintomi, rischio svenimento per i vaccinati che si contagiano: i due segni premonitori della variante

Oltre ai sintomi classici, sono segnalati lo svenimento e l'affaticamento come campanelli d'allarme

Omicron sintomi, rischio svenimento per i vaccinati che si contagiano: i due segni premonitori della variante
Omicron sintomi, rischio svenimento per i vaccinati che si contagiano: i due segni premonitori della variante
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 27 Aprile 2022, 16:13 - Ultimo aggiornamento: 28 Aprile, 16:06

Sintomi di Omicron. Ne esistono diversi, dal naso che cola al mal di testa. Il mondo ha imparato a conoscerli, ma ce ne sarebbero alcuni che colpiscono anche le persone che hanno concluso il ciclo vaccinale e che finora non erano emersi. Parliamo dello svenimento/vertigini e dell'affaticamento. Ma più che del semplice sentirsi stanchi, l’affaticamento può tradursi in dolore fisico causando muscoli doloranti o deboli, mal di testa e persino visione offuscata e perdita di appetito. Questi due campanelli d'allarme possono indicare il contagio da Omicron, la variante dominante in questo momento nel mondo. 

 

 

Lo studio

Alcuni ricercatori in Norvegia hanno condotto uno studio su 111 persone, che hanno partecipato a una festa che ha dato vita a un focolaio di Omicron. Del gruppo intervistato, 66 hanno avuto casi definitivi di Covid-19 e 15 hanno avuto possibili casi di virus. Dei 111 partecipanti, l'89% aveva ricevuto due dosi di un vaccino mRNA e nessuno aveva ricevuto un'iniezione di richiamo.

Secondo i risultati pubblicati sulla rivista di malattie infettive ed epidemiologia, "Eurosurveillance", ci sono stati otto sintomi chiave sperimentati dal gruppo di partecipanti alle feste completamente vaccinati. Questi erano tosse, naso che cola, affaticamento, mal di gola, mal di testa, dolori muscolari, febbre e starnuti. Lo studio ha rilevato che tosse, naso che cola e affaticamento erano tra i sintomi più comuni negli individui vaccinati mentre starnuti e febbre erano meno comuni. Gli esperti di salute pubblica aggiungono anche nausea a questo elenco di sintomi nelle persone vaccinate che hanno contratto la variante Omicron.

 

I rischi del Covid nei vaccinati

Sebbene il vaccino protegga dai rischi più gravi del virus, è comunque possibile contrarre il Covid, anche dopo aver concluso il ciclo vaccinale. Gli esperti suggeriscono che ci sono due sintomi a cui badare con più attenzione: stanchezza e vertigini/svenimento. Un nuovo rapporto redatto in Germania ha suggerito che esiste un legame tra gli svenimenti e l'Omicron. L'allarme è partito dalla reazione di un paziente di 35 anni ricoverato in ospedale, svenuto più volte nell'arco di poche ore. Il quotidiano tedesco Ärztezeitung ha affermato che i medici potrebbero vedere una «chiara connessione» tra l'infezione e gli svenimenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA