Iraq, attentato a Kirkuk: 5 militari italiani feriti, 3 gravi. Uno perde gamba MAPPA

Domenica 10 Novembre 2019

Gravi tre militari italiani vittime di un attentato esplosivo in Iraq: cinque i feriti nel nord del Paese, nei pressi di Kirkuk. Per uno di loro sarebbe stata necessaria l'amputazione di una parte della gamba. L'agguato, riferisce lo Stato maggiore della Difesa, è avvenuto di mattina quando un Ied, un ordigno esplosivo rudimentale, è detonato al passaggio di un team misto di Forze speciali italiane in Iraq.

16 anni fa la strage di Nassiriya con 19 morti

Il team stava svolgendo attività di addestramento («mentoring and training») in favore delle forze di sicurezza irachene impegnate nella lotta all'Isis e proprio sull'Isis si concentrano i sospetti di chi indaga sull'attacco. I cinque militari coinvolti dall'esplosione sono stati subito soccorsi, evacuati con elicotteri Usa Blackhawk della coalizione e trasportati in un ospedale «Role 3» a Baghdad prima di essere trasferiti in Arabia Saudita. I tre gravi non sarebbero comunque in pericolo di vita.

L'attacco è avvenuto intorno alle 12.30 ora locale mentre era in corso un'operazione della task force 44 con i peshmerga curdi nell'area di Palkana, a sud di Erbil, sulla strada per Kirkuk. L'esplosione di un Ied sarebbe avvenuta al termine di un'attività di «bonifica», che aveva portato al rinvenimento di materiale di interesse.

"Prima Parthica": così dal 2014 i militari italiani addestrano le forze irachene e curde

I feriti appartengono alle Forze speciali. In particolare, apprende l'Adnkronos, due sono effettivi al nono reggimento Col Moschin dell'Esercito e tre appartengono al Gruppo operativo incursori Comsubin della Marina militare.
I loro nomi sono Marco Pisani, Paolo Piseddu, Andrea Quarto, Emanuele Valenza, Michele Tedesco.

 

«Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, appresa la notizia del gravissimo attentato contro il contingente militare italiano in Iraq, ha fatto pervenire al Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, e al capo di Stato Maggiore della Difesa, Gen. Enzo Vecciarelli, un messaggio di solidarietà per i militari rimasti feriti», comunica la presidenza della Repubblica.

Le famiglie dei militari sono state informate. Guerini «segue con attenzione - viene sottolineato - l'evolversi della situazione». Il ministro ha immediatamente informato il Presidente del Consiglio Conte. Il ministro, viene sottolineato alla Difesa, «in queste ore di preoccupazione, esprime la più profonda vicinanza alle famiglie e ai colleghi dei militari coinvolti». Anche Conte ha espresso vicinanza ai militari feriti, che stanno ricevendo in queste ore le cure mediche, e alle loro famiglie.
 


«Tutta la mia più profonda vicinanza e quella di Montecitorio ai cinque militari italiani feriti in un attentato oggi in Iraq. Un pensiero ai loro cari in questo momento di grande apprensione», scrive su twitter il presidente della Camera Roberto Fico.

Ultimo aggiornamento: 11 Novembre, 10:03 © RIPRODUZIONE RISERVATA