L'imprenditrice con il reddito di cittadinanza: poverissima ma con 20 fuoriserie e una ditta tutta sua

Domenica 27 Settembre 2020 di Cesare Arcolini
L'imprenditrice con il reddito di cittadinanza: poverissima ma con 20 fuoriserie e una ditta tutta sua (Foto di Jill Wellington da Pixabay)

SAONARA - Per lo Stato era una donna povera, senza lavoro e bisognosa di denaro per sbarcare il lunario ed unire il pranzo con la cena. Una delle tante persone che da quando è stato deliberato il reddito di cittadinanza riceveva questo aiuto prezioso. La realtà era però ben diversa ed è venuta fuori a seguito dell'attività investigativa messa in atto dall'Arma. Era infatti intestataria di oltre 20 automobili, tra cui numerose fuoriserie. Imprenditrice nel ramo della compravendita di veicoli con ditta individuale in via Trieste a Saonara, da un anno abbondante riceveva regolarmente il reddito di cittadinanza pur non avendone i requisiti.

Villa da 16 milioni in Sardegna, ma il broker dichiarava al Fisco 5mila euro all'anno

Lo hanno scoperto i carabinieri della stazione di Legnaro del maresciallo Marialdo Rossin impegnati in alcuni accertamenti relativi ad altri presunti reati. Nei guai è finita N.C. di 40 anni, vecchia conoscenza delle forze dell'ordine. È stata denunciata per aver omesso di comunicare le reali informazioni inerenti il suo reddito, non dichiarando di essere intestataria e proprietaria di beni materiali e titolare di partita Iva. Ora sarà l'autorità giudiziaria a decidere come proseguirà l'attività. L'indagata rischia di dover restituire quanto ricevuto illecitamente dallo Stato oltre all'immediato azzeramento del sussidio mensile. Potrebbero anche scattare sequestri legati alle sue proprietà. 

Immobiliarista dichiara 25mila euro, ma ha 25 case e una Ferrari

LA SORPRESA
I militari dell'Arma nel maggio dello scorso hanno ricevuto alcune segnalazioni da parte di privati che segnalavano comportamenti anomali da parte di N.C. sul fronte della compravendita di auto. Da questo appiglio i carabinieri sono voluti andare a fondo fino a scoprire la sorpresa del reddito di cittadinanza. La famiglia di B.C. è molto nota non solo a Saonara, ma in tutta la cintura padovana per l'attività imprenditoriale svolta. Più di un residente a Saonara avrebbe manifestato in Comune il proprio malessere per comportamenti non del tutto corretti messi in atto negli ultimi anni dai componenti della famiglia. Schiamazzi notturni, auto che sfrecciano a tutte le ore del giorno e della notte e un continuo passaggio di persone. Insomma, uno stato di insofferenza che avrebbe creato più di un disagio alle famiglie che vivono in quell'area. Toccherà all'amministrazione comunale ora comprendere quali problematiche ci siano e prendere gli opportuni provvedimenti.

 

Finto povero per il fisco: nel caveau aveva un milione e mezzo di euro

Nullatenente per il fisco, ma non per la Guardia di finanza che è riuscita a sequestrare a un imprenditore brianzolo un milione e mezzo di euro nascosti in un caveau. Sigilli anche per sei immobili intestati alla moglie del finto povero.

Ultimo aggiornamento: 1 Ottobre, 17:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA