Ferrari, in arrivo una edizione speciale della 812 Superfast. Ecco come sarà il prossimo capolavoro di Maranello

Mercoledì 21 Aprile 2021 di Sergio Troise
L'edizione speciale della 812 Superfast

MARANELLO - La presentazione avverrà in live streaming mondiale il 5 maggio, ma la macchina è ormai definita in tutti i dettagli e a Maranello fervono i preparativi in un’atmosfera di grande trepidazione: la nuova Ferrari in arrivo è destinata infatti a collocarsi al vertice per esclusività, potenza, anima racing, innovazione. Sono state divulgate le prime immagini, ma non se ne conosce ancora il nome. E’ certo, comunque, che si tratti di una versione speciale della 812 Superfast, la Gran Turismo Ferrari per antonomasia.

L’auto è stata realizzata facendo ampio uso di carbonio e alluminio, in modo da contenerne il peso, e una cura maniacale è stata dedicata all’ottimizzazione dell’aerodinamica. Ma il cuore di questa berlinetta estrema a motore anteriore è il mitico V12 aspirato, con angolo tra le bancate di 65 gradi e potenza elevata a 830 CV (a 9500 giri), la più alta di sempre per un propulsore stradale Ferrari.

Per quanto riguarda i contenuti, sarà bene chiarire, sin da ora, che il 5 maggio verrà svelata una Ferrari tradizionale esclusivamente nella formula (motore V12 anteriore e trazione posteriore), ma con corposi contenuti d’innovazione: a cominciare dai materiali di ultima generazione utilizzati per contenere i pesi, per non dire della riprogettazione di buona parte dei componenti chiave del propulsore. Un innovativo meccanismo di fasatura delle valvole e un nuovo terminale di scarico sono solo alcune delle soluzioni tecniche che – assicurano a Maranello - consentiranno di raggiungere vette prestazionali ancora inesplorate nel segmento delle V12.

Evoluzione del super motore a parte, la nuova Ferrari adotterà di certo un sistema a quattro ruote sterzanti indipendenti in grado di aumentare la sensazione di agilità e precisione in ingresso curva e, presumibilmente, anche una rapidità di risposta ai comandi senza pari. Da segnalare anche la nuova versione del sistema di controlli dinamici del veicolo Side Slip Control, mentre in funzione del peso, come detto, è stato fatto ampio uso della fibra di carbonio sia negli esterni che negli interni.

Ciò che appare più evidente, a giudicare dalle prime immagini diffuse da Maranello, sono le profonde modifiche apportate alle forme della vettura grazie all’elevatissimo livello di ricerca aerodinamica. Lavorando in stretta sinergia con il Centro Stile Ferrari, gli aerodinamici hanno adottato soluzioni formali e profili estremi mai visti prima su una vettura omologata per uso stradale. Il progetto è stato rivisto alla ricerca del maggior carico, con impatti su tutta la vettura, dai nuovi convogliatori anteriori al layout di diffusore e scarico fino all’anticonvenzionale lunotto (brevettato) in cui sono incastonati generatori di vortici. “Ogni modifica – viene sottolineato a Maranello - è fedele al concetto cardine di Ferrari per cui la forma segue sempre fedelmente la funzione”.

A giudicare dalle prime immagini diffuse dalla Casa, la nuova versione speciale della 812 Superfast si distingue per una spiccata personalità propria, mirata a sottolineare, fino all’esasperazione, la vocazione sportiva. Ne è ulteriore esempio la sostituzione del lunotto posteriore con una struttura monolitica in alluminio, in cui una serie di generatori di vortici migliora l’efficienza aerodinamica.

E ancora: una lama in fibra di carbonio percorre trasversalmente il cofano anteriore, in modo da far apparire il cofano stesso più corto, accentuandone la larghezza. Il posteriore, dominato da un grande spoiler, risulta invece più alto e imponente, e l’aspetto dell’auto si profila più compatto rispetto a quello della 812 Superfast. La parte che meno si distacca riguarda gli interni, che si mantengono piuttosto fedeli agli originali, conservando perimetri e interfacce principali di plancia e pannello porta.

Inutile dire che i dati più attesi sono quelli relativi a velocità massima e accelerazione, mentre poco importa sapere quanto costerà questo ennesimo capolavoro Made in Maranello: l’auto infatti sarà prodotta in pochi esemplari riservati a una ristretta e selezionatissima rappresentanza di fedeli collezionisti Ferrari.

Ultimo aggiornamento: 23 Aprile, 17:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA