Donald Trump Jr.: «Ucraina uno dei Paesi più corrotti al mondo, usare quei 33 miliardi per i bisognosi americani»

Il figlio dell'ex presidente Usa commenta così il pacchetto di aiuti da 33 miliardi di dollari richiesto al Congresso da Joe Biden in favore di Kiev

Donald Trump Jr.: «Ucraina uno dei Paesi più corrotti al mondo, perché non usare quei fondi per i bisognosi americani?»
Donald Trump Jr.: «Ucraina uno dei Paesi più corrotti al mondo, perché non usare quei fondi per i bisognosi americani?»
3 Minuti di Lettura
Sabato 30 Aprile 2022, 09:49

Donald Trump Jr., figlio dell'ex presidente degli Stati Uniti, ha definito l'Ucraina «uno dei Paesi più corrotti al mondo». Il primogenito di Donald e Ivana Trump - commentando il pacchetto di aiuti da 33 miliardi di dollari richiesto al Congresso da Joe Biden in favore di Kiev - ha scritto su Twitter: «Che ne dici se li usiamo per aiutare gli americani bisognosi? O forse per proteggere i nostri confini? Forse far ripartire il nostro settore energetico? Istruzione? No, invece li daremo a uno dei Paesi più corrotti del mondo, dove sono sicuro che la maggior parte sarà saccheggiata da politici corrotti».

Zelensky, la notte dell'invasione e la fuga dal tentativo di omicidio nelle prime ore della guerra

Biden: «Cruciale che richiesta fondi sia approvata velocemente»

Biden oggi ha twittato: «È cruciale che la mia richiesta di fondi sia approvata il più velocemente possibile». Il presidente Usa ha sottolineato: «Se non aiutiamo gli ucraini a difendere il loro Paese restiamo a guardare mentre i russi continuano a compiere atrocità ed aggressioni».

Armi nucleari sul sottomarino, Londra carica i missili: «Putin non ci fermerà»

 

Zelensky: «Grato al popolo americano e a Biden»

«Sono grato al popolo americano e personalmente al presidente Biden», ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. «Più di 20 miliardi potranno andare alla difesa. Sono previsti più di 8 miliardi di dollari per il sostegno economico. Altri 3 miliardi di dollari andranno agli aiuti umanitari», ha aggiunto Zelensky, spiegando che si tratta di «passo molto importante per gli Stati Uniti». «Insieme, possiamo certamente fermare l'aggressione russa e difendere la libertà in Europa», ha sottolineato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA