Ciro Grillo, i verbali della ragazza: «Mi hanno costretta a 7 rapporti, mi chiamavano "cagna"»

Martedì 4 Maggio 2021

«Mi tenevano ferma su un letto matrimoniale e mi hanno costretta a 6 0 7 rapporti», inizia così il racconto di Silvia, la studentessa di Milano, che accusa Ciro Grillo, il figlio di Beppe Grillo, di averla violentata insieme ad altri suoi 3 amici: Edoardo Capitta, Francesco Corsiglia e Vittorio Lauria in una casa a Cala di Volpe, in Sardegna, nel luglio del 2019. Lì Silvia è con la sorella, appena quindicenne.  I genitori, entrambi...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
© RIPRODUZIONE RISERVATA