Cartelle esattoriali, condono sotto i mille euro (e riduzione del 50% per quelle sino a 3.000): ecco la tregua fiscale

Cartelle esattoriali, condono sotto i mille euro (e riduzione del 50% per quelle sino a 3.000): ecco la tregua fiscale
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Novembre 2022, 20:18

Tregua fiscale: cartelle sotto i 1.000 euro cancellate e un nuovo sistema sanzionatorio. È questa la nuova pace fiscale vista dal viceministro dell’Economia e delle Finanze, Maurizio Leo. Sotto accusa è la mole di cartelle esattoriali che pesano sui conti dello Stato e sarà difficile riscuotere.

Cartelle esattoriali, cosa cambia

«Questa massa di cartelle c’è perché nel corso del tempo si sono avvicendati tanti provvedimenti in base ai quali, dopo l’iter che parte dagli avvisi di accertamento spesso non onorati dai contribuenti, si traducono in cartelle esattoriali: in tutto 1.132 miliardi. Di questi, la Corte dei conti ci dice che se ne possono riscuotere solo il 6-7%», ha spiegato Leo fino a ventilare tra l’altro la possibilità che tutte le cartelle di importo inferiore ai mille euro vengano cestinate, in quanto i costi di riscossione sarebbero superiori all’entrata per l’erario. «In una situazione normale si dovrebbe togliere di mezzo questa massa di cartelle non riscuotibili. Faccio degli esempi: i deceduti - ci sono delle cartelle che hanno raggiunto i deceduti e purtroppo non possono più essere onorate; i falliti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA