Bonus 1600 euro per gli stagionali: requisiti, quando arriva e come richiederlo. A giorni i primi accrediti dell'Inps

Bonus 1600 euro per gli stagionali, a giorni l'Inps farà i primi accrediti: i requisiti e come richiederlo
Bonus 1600 euro per gli stagionali, a giorni l'Inps farà i primi accrediti: i requisiti e come richiederlo
di Giusy Franzese
5 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Giugno 2021, 19:02

In molti lo stanno attendendo con trepidazione. É il cosiddetto bonus stagionali, l’indennizzo per le due mensilità di giugno e luglio per un totale di 1.600 euro, previsto dal decreto Sostegni bis. Ebbene a giorni, forse l’inizio della prossima settimana, secondo quanto riferito da fonti interne Inps, coloro che già avevano avuto il vecchio indennizzo di 2.400 euro, avranno il pagamento in automatico. Per le nuove domande invece sempre la prossima settimana sarà disponibile la procedura online sul sito Inps e poi, tempo altri 30/40 giorni per i dovuti controlli dei requisiti, anche a questa parte della platea l’Inps accrediterà i 1600 euro.

Con queste informazioni che l’Inps ha fornito al Messaggero, si risolve un piccolo giallo che aveva messo in allarme il popolo del web. In base ad una risposta fornita via twitter dall’Inps ad un utente, sembrava infatti che l’istituto non avrebbe fatto partire la procedura per l’erogazione del bonus prima della conversione in legge del decreto, visto che nella risposta sui tempi di erogazione si citava il  «termine dell’iter». Dall’Inps spiegano: «Non si intendeva l’iter parlamentare di conversione in legge del decreto. Ma l’emanazione della circolare applicativa». Che sarebbe pronta.

Reddito di cittadinanza, Orlando: «Correttivi contro i furbetti, serve un tagliando»

L’EROGAZIONE

I beneficiari del vecchio bonus stagionali di 2.400 euro, riceveranno in automatico il pagamento entro i prossimi giorni, senza che ci sia bisogno di una nuova domanda (se i requisiti persistono). Per i nuovi beneficiari la procedura oline dove inoltrare la domanda sarà accessibile entro la prossima settimana e i pagamenti - dopo che i dovuti controlli sui requisiti - saranno fatti nella seconda metà di luglio.

CHE COSA È IL BONUS 1600 EURO

Si tratta di una indennità aggiuntiva, pari a 1.600 euro (800 euro per due mesi, giugno e luglio), prevista dal decreto Sostegni bis per i lavoratori stagionali del turismo, dello spettacolo, autonomi e atipici. Il beneficio non concorre alla formazione del reddito ed è erogato dall’Inps.

CHI NE HA DIRITTO

Hanno diritto al nuovo bonus i beneficiari dell’indennità per marzo, aprile e maggio, ovvero del bonus 2.400 euro Inps concesso dal decreto Sostegni (decreto-legge 22 marzo 2021. n. 41); i lavoratori stagionali del settore del turismo e degli stabilimenti termali (dipendenti, ma anche in somministrazione), quelli di altri settori, i lavoratori intermittenti (con esclusione del contratto di lavoro intermittente senza diritto all’indennità di disponibilità). Rientrano nella platea anche i lavoratori autonomi, privi di partita Iva, non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, titolari di contratti autonomi occasionali nel periodo che va dal 1° gennaio 20219 e il 26 maggio 2021, privi di un contratto in essere il giorno successivo all’entrata in vigore del decreto sostegni bis, iscritti alla Gestione separata con l’accredito di almeno un contributo mensile, non titolari di contratto di lavoro subordinato. Il bonus spetta anche agli incaricati alle vendite a domicilio, con reddito superiore a 5.000 euro nel 2019 e partita IVA attiva, iscritti alla gestione separata e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, non titolari di contratto di lavoro subordinato, con esclusione del contratto di lavoro intermittente senza diritto all’indennità di disponibilità, e di pensione.

REQUISITI

Cessazione involontaria del rapporto di lavoro tra il 1° gennaio 2019 e il 26 maggio 2021 (data di entrata in vigore del decreto sostegni bis), con almeno 30 giorni di lavoro nello stesso periodo, anche con più contratti. Non si deve essere titolari di pensione, rapporto di lavoro dipendente o Naspi alla data di entrata in vigore del decreto sostegni bis.

LAVORATORI SPETTACOLO

Il bonus va anche ai lavoratori iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo che si trovano in una delle seguenti condizioni: – hanno versato almeno 30 contributi giornalieri nel periodo tra il 1° gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del decreto sostegni bis, con un reddito riferito al 2019 non superiore a 75.000 euro, sono privi di pensione e non titolari di contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, ad eccezione di quello intermittente senza indennità di disponibilità; – hanno versato almeno 7 contributi giornalieri nel periodo tra il 1° gennaio 2019 e il 26 maggio 2021 (data di entrata in vigore del decreto sostegni bis), con reddito 2019 non superiore a 35.000 euro.

CUMULABILITA’

Le indennità concesse per ciascuna categoria di lavoratori non sono cumulabili tra loro. Il nuovo bonus Inps per stagionali, turismo, spettacolo, autonomi e atipici e invece compatibile con l’assegno ordinario di invalidità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA