Tre ballerini morti in Arabia Saudita: tra le vittime, il pugliese Antonio Caggianelli. Aveva partecipato all'ultima Notte della Taranta

Domenica 17 Ottobre 2021
Arabia Saudita, tre italiani morti in un incidente nel deserto: c'è anche il ballerino Antonio Caggianelli

Doveva essere una giornata di svago, l'opportunità di scoprire il deserto. Si è trasformata in una tragedia. Tre italiani hanno perso la vita venerdì a Riyad, in Arabia Saudita, a causa di un incidente nel deserto. Si tratta di tre ballerini giunti nel Paese arabo per esibirsi in occasione dell'inaugurazione di un teatro. Approfittando del giorno libero, i giovani avevano deciso di partecipare a una gita nel deserto ma, per cause ancora da accertare, i veicoli su cui viaggiavano sono finiti in una scarpata. Oltre ai tre italiani, sono morte anche altre due persone del posto.

Incidente nel deserto, morto Antonio Caggianelli

Fra i ballerini deceduti nel deserto c'era anche Antonio Caggianelli, 33 anni di Bisceglie, considerato uno dei talenti emergenti della sua generazione. Aveva partecipato anche all'ultima edizione della Notte della Taranta. La comitiva partita alla volta del deserto era composta da 10 persone in totale, tutte italiane, più le guide locali. Oggi, domenica 17 ottobre, c'è stato il riconoscimento delle salme. La Farnesina ha già informato le famiglie. 

Le altre vittime

Con Caggianelli sono morti Giampiero Giarri, 32enne di Ardea (Roma): ballerino, molto conosciuto nel settore, era apparso alcune volte in tv in trasmissioni come Uno Mattina e Grande Fratello. Il terzo si chiama Nicolas Esposto, 28 anni, di Cammarata (Agrigento). Tutti e tre erano nel corpo di ballo di "Aggiungi un posto a tavola", produzione del Brancaccio di Roma, guidata da Gianluca Guidi.

Il cordoglio del sindaco di Bisceglie e della Fondazione

«La scomparsa del nostro giovane concittadino ci addolora e rattrista profondamente - ha scritto in una nota il sindaco di BisceglieAngelantonio Angarano - A quell'età si hanno così tanti progetti, idee, entusiasmo, si lavora per costruire il proprio futuro e inseguire i propri sogni. Quello che faceva Antonio, con vitalità e intraprendenza, facendosi apprezzare e voler bene. Dover accettare che una vita così giovane possa essere spezzata fa malissimo». Angarano ha anche spiegato di essersi attivato attraverso la Prefettura di Barletta-Andria-Trani per contattare l'Ambasciata italiana in Arabia Saudita «per l'organizzazione delle operazioni di rientro della salma, che attenderemo in città per l'ultimo commosso saluto».

Il cordoglio della Fondazione

«Di Antonio, prima di ogni passo, prima di ogni sguardo arrivava il suo sorriso, bello come il porto della sua città, Bisceglie» scrive la Fondazione Notte della Taranta, alla cui ultima edizione Antonio Caggianelli ha partecipato. «Alla sua famiglia, ai suoi amici, a tutta la famiglia della Taranta che lo ha abbracciato nel 2021 - conclude la nota - va il nostro profondo cordoglio»

 

 

In serata il cordoglio di Enrico Melozzi, che insieme a Madame è stato maestro concertatore dell'ultima edizione della Notte della Taranta.

 

Ultimo aggiornamento: 19 Ottobre, 08:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA