Aereo in fiamme a Mosca, la hostess: «Ho salvato i passeggeri afferrandoli per il colletto e spingendoli fuori»

Lunedì 6 Maggio 2019
La hostess sul volo in fiamme a Mosca: «Così ho salvato i passeggeri»

«Tutti gridavano che stavamo andando a fuoco, ma in quel momento le fiamme non erano ancora entrate all'interno della cabina. Con un calcio ho aperto la porta e per non rallentare l'evacuazione ho spinto fuori i passeggeri afferrandoli  per il colletto». A parlare è Tatyana Kasatkina, trantaquattro anni, una delle hostess a bordo dell'aereo Sukhoi Superjet-100 della compagnia di bandiera russa Aeroflot, che ieri ha preso fuoco tentando un atterraggio di emergenza all'aeroporto Sheremetyevo.

LEGGI ANCHE: Aereo in fiamme a Mosca, steward 22enne muore cercando di salvare i passeggeri

LEGGI ANCHE: Aereo in fiamme a Mosca: l'elenco dei sopravvissuti del volo SU1492 duffuso dall'Aeroflot

«È avvenuto tutto così velocemente! Tutti sono saltati dai loro posti e corsi nella parte anteriore dell'aereo mentre ancora ci muovevamo a gran velocità. Ho sentito una prima donna chiamare qualcuno sul suo telefono e dire: siamo in fiamme, stiamo cadendo!» emerge dal racconto della Kasatkina. Nel cercare di ricostruire i fatti la hostess ha confermato che il fuoco ha avvolto il veivolo solo dopo l'atterraggio. «Non eravamo in fiamme quando eravamo in aria». 

 

Uno dei sopravvissuti, Dmitry Khlebnikov, ha affermato: «Ringrazio Dio - e le hostess che mi hanno salvato». Fra le 41 vittime risulta esserci anche Maxim Moiseev, 22 anni, steward e collega della Kasatkina.

IL VIDEO Aereo di linea atterra in fiamme a Mosca: 41 morti e decine di feriti
 

Ultimo aggiornamento: 7 Maggio, 09:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA