Squalo sullo scooter per le vie del centro, rabbia degli animalisti contro i pescatori

Mercoledì 5 Agosto 2020 di Remo Sabatini
Squalo sullo scooter per le vie del centro, rabbia degli animalisti contro i pescatori (Immagine pubbl dall'associazione Houtiyat su Fb)

Uno squalo sullo scooter che gira per le vie del centro città ancora non si era mai visto. Nemmeno nei film. Eppure è proprio quello che è accaduto lungo le strade di Kelibia, nota cittadina costiera tunisina che si affaccia sul Mediterraneo che, poche miglia più in là, bagna Pantelleria.


La macabra scena, documentata dalle immagini diffuse da Houtiyat che pubblichiamo, rappresenta il frutto di una battuta di pesca allo squalo, attività tutt'altro che sconosciuta nei Paesi nordafricani e che sta significando la scomparsa di questi predatori da molte delle aree marine dove, soltanto fino a pochi decenni fa, prosperavano.

In ogni caso, stando a quanto denunciato da associazioni di salvaguardia animale come la stessa Houtiyat, quello squalo morto trasportato sullo scooter come fosse una busta della spesa qualsiasi, sembra non aver sconvolto nessuno. Tranne il povero squalo che, di quel giro in centro, avrebbe certamente fatto volentieri a meno. Ogni anno, nel mondo, vengono uccisi quasi 100 milioni di squali. 270mila al giorno. Più di 11mila ogni ora.

Ultimo aggiornamento: 21:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA