Squalo bianco portato in salvo da surfisti coraggiosi Il video cult

Venerdì 29 Marzo 2019 di Remo Sabatini
il baby squalo bianco adagiato sulla tavola da surf, salvato dai surfisti in Sudafrica (immagini e video di Joshua Farrer pubblicate su YouTube)
Il timore degli squali, soprattutto dello squalo bianco, è comune tra chi, come i surfisti, spesso entra in acque popolate dai grandi predatori.
Un timore che, il più delle volte, soprattutto da qualche anno a questa parte, sembra essersi tramutato in profondo rispetto per un animale così fondamentale per l'ecosistema marino.  
Così, per incredibile che possa sembrare, può accadere che uno squalo finisca per essere salvato proprio dagli amanti del surf, come testimoniano le spettacolari immagini, girate da Joshua Farrer e pubblicate su You Tube.
Joshua è un surfista. Con i suoi amici aveva cavalcato le onde della Victoria Bay, località vicino a George, già dalle prime ore del mattino. La spiaggia, tipicamente frastagliata, è affollata dagli amanti del surf.
Le onde e quella corrente, infatti, sono apprezzate dagli appassionati di questo sport che, da tutto il mondo, raggiungono quelle località.




"Io e miei amici, ricorda Joshua mentre descrive il suo filmato, stavamo rientrando sulla spiaggia dopo una mattinata passata in mare tra le onde. Ad un certo punto ho notato qualcosa."
A due passi dal bagnasciuga, un baby squalo bianco sembrava trovare difficoltà a riprendere il largo.
Forse spinto dalla corrente, lo squalo era arrivato a ridosso delle rocce.
Stupiti da quell'incontro inatteso, Joshua e i suoi amici si avvicinano e cercano di spingere lo squalo oltre la risacca.
"Con i miei amici, aiutati dai guardaspiaggia, abbiamo cercato di darci subito da fare. L'animale, ha continuato Joshua, sembrava stemato e ogni minuto fuori dall'acqua poteva essergli fatale".

Così, i ragazzi del surf, arrivano a prenderlo persino in braccio per, poi, rimetterlo in acqua.
Ma niente, lo squalo sembrava aver perso l'orientamento e tornava sempre al punto di partenza. 
Alla fine si decidono per ultimo tentativo. Con il baby squalo bianco tra le braccia, risalgono la spiaggia e, dopo averlo adagiato su di una tavola da surf, cercano un altro punto della spiaggia dove la corrente è meno forte.
Uno squalo bianco sulla tavola da surf? Non è certo una scena che si vede tutti i giorni, anzi.
anche per chi, come il sottoscritto, ha a che fare con gli squali bianchi da 10 anni, è una assoluta novità.
La trovata, però, sembra avere successo. In due minuti, lo squalo è di nuovo in acqua e, stavolta, finalmente si allontana. "Finalmente, ha commentato un esausto Joshua, eravamo riusciti a trovare il punto giusto. Così lo abbiamo rimesso in acqua e lo squalo si è allontanato. E' stato bellissimo vederlo nuotare verso il largo". Ultimo aggiornamento: 30 Marzo, 15:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA