Roma, menu “da votare” ispirati alla Francia di Le Pen e Macron: gli appuntamenti de Le Carré Français per le dirette tv delle Presidenziali

Le Carré Français a Roma
Le Carré Français a Roma
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 13 Aprile 2022, 11:13

È l’ambasciata del gusto francese a Roma, protagonista nel corso dell’anno anche di diverse iniziative enogastronomiche volte alla promozione culturale della nazione d’oltralpe. Puntuale come in ogni occasione, anche stavolta, in vista delle ultime sfide elettorali per eleggere il nuovo Presidente della Repubblica, Le Carré Français torna con un doppio appuntamento pensato per i francesi chiamati alle urne ma residenti nella Capitale, e per chiunque vorrà partecipare. Nel locale di via Vittoria Colonna, infatti, sarà possibile seguire il secondo turno delle elezioni, sentendosi come a casa. O, meglio, in Bretagna assaggiando i piatti tipici in omaggio a Marine Le Pen (100% bretone), e in Piccardia, di cui è originario Emmanuel Macron, con altrettante portate a lui dedicate.

Si comincia il 20 aprile prossimo con un apericena dalle ore 20 in poi, per guardare insieme il dibattito in diretta televisiva tra i due candidati all’Eliseo arrivati al ballottaggio, mentre si prova il menu fisso a 45 euro ideato dalla chef Letizia Tognelli che include sia alcune prelibatezze della Bretagna, come le appetitose Galette (di grano saraceno), che anche della Piccardia. Si bissa domenica 24 aprile, ultimo giorno del voto, con una formula diversa: due differenti menu (a 25 euro ciascuno) della chef Tognelli ispirati alle ricette regionali degli aspiranti Capi dello Stato. Il dettaglio che rende l’iniziativa divertente è che i piatti saranno raccontati in una carta che sembra proprio una scheda elettorale, color blu per Marine e rosa per Emmanuel. Menu da “votare”, quindi, e inserire in un’urna elettorale allestita per l’occasione, al posto della classica ordinazione al tavolo.

Alle ore 20 i francesi di Roma e non solo che saranno a Le Carré Français potranno assistere all’annuncio, in contemporanea con la diretta tv, del nome del nuovo Presidente, svelato dopo la maratona enogastronomica dal titolare de Le Carré Français, il bretone Jildaz Mahé: «Sarà l’occasione per ritrovare il piacere della convivialità, seguendo due momenti importanti dell’attualità del nostro Paese con spirito di amicizia, a prescindere dal proprio credo politico», spiega Jil, che promette un’atmosfera autentica francese, anche giocosa e con inaspettate sorprese: «Chi tifa Le Pen o Macron, potrebbe cambiare idea (ma solo a tavola) sul proprio candidato, pur di provare i piatti del menu che rappresenta l’altro», conclude il titolare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA