Covid e smart working cambiato le abitudini a colazione: i risultati della ricerca

Un rito irrinunciabile, per 9 italiani su 10 rappresenta il primo momento felice della giornata.

Venerdì 21 Gennaio 2022

Covid e smart working ridisegnano le abitudini degli italiani e cambia il rito della colazione. Due ricerche commissionate da Mulino Bianco a Doxa e Innate Motion hanno studiato le nuove abitudini alimentari del mattino scoprendo che la colazione è sempre più un rito irrinunciabile: si fa tutti i giorni, dura in media 13 minuti, non mancano mai caffè e biscotti, è prevalentemente dolce e per 9 italiani su 10 rappresenta il primo momento felice della giornata.

 

 

Leggi anche > Paolo Fox, l'Oroscopo del weekend

 

 

 

 

Covid e smart working cambiato le abitudini a colazione

 

 

Due ricerche commissionate da Mulino Bianco a Doxa e Innate Motion hanno studiato com’è cambiato il rito per la colazione in temp di Covid e con l’introduzione dello smart working.  La colazione è sempre più irrinunciabile: si fa tutti i giorni, dura in media 13 minuti, non mancano mai caffè e biscotti, è prevalentemente dolce, per 9 italiani su 10 rappresenta il primo momento felice della giornata.

 

 

 

 

 

 NUOVE ABITUBINI, LA COLAZIONE “SMART” SI FA IN CASA

La riduzione generale degli spostamenti verso il posto di lavoro conseguente alla diffusione dello smart working ha offerto alle persone più tempo da dedicare alla colazione, riducendo però anche la possibilità di consumarla al bar. Secondo l’indagine Innate Motion per Mulino Bianco, gli italiani raccontano di poter dedicare un po’ più di tempo ad una colazione tranquilla e serena, e di voler mantenere questa abitudine anche dopo il ritorno alla normalità. Il tempo guadagnato spesso si traduce in una più accurata preparazione dei cibi, a beneficio soprattutto di quelli che richiedono cotture. Protagonista sono in primis caffè e biscotti, seguiti da yogurt, creme spalmabili e cereali.

 

 

COLAZIONE A CASA: PER 9 ITALIANI SU 10 IL PRIMO MOMENTO FELICE DELLA GIORNATA

Secondo la ricerca Doxa la totalità degli italiani (99%) fa regolarmente colazione, la maggior parte tutti i giorni (91%) e principalmente a casa (84%). Questo è in generale un momento che fa stare bene (96%), tanto che 8 persone su 10 vorrebbero dedicargli più tempo. Secondo una indagine realizzata dall’Osservatorio Doxa-UnionFood, gli italiani dedicano in media 13 minuti alla colazione. Un tempo evidentemente ancora non sufficiente, tanto più se si considera che per 9 italiani su 10 (89% del campione intervistato) la colazione è il primo appuntamento felice della giornata.

 

 

COSA CI RENDE FELICI A COLAZIONE?

Dall’indagine Bva Doxa per Mulino Bianco emerge come il 64% degli italiani collega la felicità che scaturisce dalla colazione alla possibilità di godere di un momento intimo e di rilassatezza. Mentre per 4 italiani su 10 (41%) la gioia di questo momento è più direttamente connessa al poter mangiare qualcosa di buono. Per il 33% stare bene a colazione è sinonimo di condivisione di tempo con la propria famiglia, mentre per il 23% degli italiani la possibilità di variare gli alimenti della colazione è motivo di soddisfazione.

 

 

GLI ITALIANI LA PREFERISCONO DOLCEI

Per 3 italiani su 4 (75%) la colazione è principalmente dolce (soprattutto per le donne, nella fascia d’età 35-54 anni) mentre il 18% ama alternare dolce e salato e solo il 7% mangia salato durante il primo pasto della giornata. Se la maggior parte degli italiani (64%) preferisce mangiare sempre le stesse cose, dalla ricerca scopriamo che quasi 4 italiani su 10 (36%) sono invece sperimentatori e amano diversificare ogni volta la propria colazione al mattino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA