Fuori casa senza mascherina: tre positivi segnalati dai vicini. La mappa dei contagi

Sabato 29 Agosto 2020 di Patrizio Iavarone
Sorpresi fuori casa senza mascherina: tre positivi segnalati dai vicini

I positivi, a dirla tutta, non sembrano proprio voler rispettare le regole a Sulmona: alla Asl e alle forze dell’ordine continuano ad arrivare segnalazioni di violazione dell’obbligo di restare a casa, non solo da parte di quelli in sorveglianza attiva (che hanno avuto cioè contatti diretti con casi accertati), ma anche da parte degli stessi positivi (ci sono almeno tre casi), che continuano ad uscire di casa e a volte anche senza mascherina.

È un bollettino in continuo aggiornamento, un conto che cresce di giorno in giorno, di ora in ora e che non risparmia giovani e giovanissimi. I positivi in Centro Abruzzo salgono a 65, compresi i quattro dell’Alto Sangro che si riferiscono a turisti. Il resto è tutto in Valle Peligna e a Sulmona in particolare dove ieri si sono registrati altri quattro casi di Covid-19 con il conto, solo provvisorio, che arriva a 35.  La sindaca di Sulmona, Annamaria Casini, ha emanato ieri un’altra ordinanza che estende le limitazioni di quella fatta qualche giorno fa: la mascherina andrà così indossata su tutto il territorio comunale ventiquattro ore su ventiquattro. Il cartellone degli eventi, però, quello non è stato bloccato, anche se dopo il Sestiere Manaresca che ha cancellato l’appuntamento con la Panarda, ieri anche i commercianti sono stati “più realisti del re”, decidendo autonomamente di annullare gli eventi di “E… state in centro” in programma ieri e ancora il 4 e il 5 e il 10 e l’11 settembre.

Tra gli otto casi accertati ieri c’è anche la moglie del sindaco di Bugnara Giuseppe Lostracco che ora si trova, anche lui, in quarantena. Nel piccolo centro i contagiati arrivano a quattro: due kossovari tornati dal loro Paese e gli altri due casi legati al focolaio sulmonese della parrucchiera. E qui, nella frazione di Torre de Nolfi, si registra anche l’ennesimo ricovero al San Salvatore (nove i peligni ospitati nel reparto di malattie infettive). Tra i quattro nuovi positivi di Sulmona, tre fanno riferimento al contagio d’importazione, quello della ragazza tornata dalla Danimarca e che ha contagiato anche i genitori e il fratello. 

L’altro è legato al focolaio di Ferragosto che continua a mietere positivi soprattutto tra i giovani. A questo focolaio, ad esempio, è collegato anche il contagio di ieri di una bimba di nove anni di Pettorano sul Gizio, mentre nella lista dei Comuni non più Covid free entra anche Pacentro, con un contagio legato al focolaio della parrucchiera. Per fare la mappa: 35 casi a Sulmona, nove a Pettorano sul Gizio, sei a Pratola Peligna (che fanno riferimento al focolaio della festa, ormai assestato), quattro ad Introdacqua, quattro a Bugnara, uno a Corfinio, uno a Pacentro e cinque casi riferiti a turisti: tre a Pescasseroli, uno a Scanno e uno a Scontrone. In questo contesto, in attesa dell’esito di molti tamponi nelle prossime ore, sono centinaia le persone in sorveglianza attiva e decine quelli in isolamento.

Ultimo aggiornamento: 10:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA