Covid, positivi 12 bambini di 8 anni e due maestre: chiusa scuola elementare nel Teramano

Mercoledì 14 Ottobre 2020 di Tito Di Persio
Covid, positivi 12 bambini di 8 anni e due maestre: chiusa scuola elementare nel Teramano

Altro giorno nero per il Covid-19 nella provincia di Teramo: 40 positivi e tra essi dodici bambini di 8 anni di una scuola elementare a Bellante Paese e due maestre dell'istituto. Chiuso tutto il plesso scolastico. «Debbo informare che i tamponi effettuati sugli alunni della terza elementare del capoluogo – ha scritto su Facebook il sindaco Giovanni Melchiorre – hanno dato esito positivo in 12 casi. Inoltre sono risultate positive un’insegnante e un’assistente educativa».

 

Coronavirus, vigile del fuoco contagiato: negativi gli altri venti colleghi

Covid, un altro giorno nero: 146 positivi. In provincia dell'Aquila il picco

 

 

COVID19 - AGGIORNAMENTO I nuclei familiari dei bimbi e degli insegnanti risultati positivi sono stati tutti tracciati e...

Pubblicato da Giovanni Melchiorre su Martedì 13 ottobre 2020

 

Insegnate di sostegno

 

Il cluster sarebbe stato generato da un’insegnate di sostegno. La donna, oggi ricoverata nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Mazzini di Teramo, dopo aver accusato i primi sintomi si sarebbe subito messa in isolamento volontario in attesa del tampone poi risultato positivo. Da qui la decisione della dirigente scolastica dell’istinto comprensivo di Mosciano-Bellante di sottoporre a tampone i suoi studenti: 12 dei 16 sono risultati positivi. «La Asl sta chiamando tutte le famiglie dei bimbi risultati positivi e sta già tracciando i contatti. A scopo cautelativo – continua il sindaco - in accordo con la Asl e la dirigenza della nostra scuola, ho predisposto ordinanza di chiusura dell’intero plesso di Via Molise, fino a che non saranno resi noti i risultati dei tamponi, cui ho chiesto vengano sottoposti nel più breve tempo tutti gli studenti che frequentano il predetto plesso. Anche se tutti sono asintomatici o paucisintomatici, il numero elevato dei contagi desta preoccupazione per il rischio di ulteriore propagazione del virus, per cui è assolutamente necessario, in questo momento, tenere alta l’attenzione sui comportamenti di ciascuno». 

 

Bus e metro affollati, il governo: orari sfalsati per le scuole e gli uffici

Nella lotta al coronavirus c'è quella che viene chiamata dagli esperti "falla di sistema": stazioni, bus, metro, treni di pendolari strapieni di passeggeri. Senza il distanziamento obbligatorio. E questo in barba alla prescrizione, ribadita dal nuovo Dpcm , di una capienza non superiore all'80%.


 

 

 

Video

 

Ultimo aggiornamento: 09:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA