Abruzzo zona arancione da oggi, ma l'ordinanza sprint disorienta i commercianti: riaperti solo la metà dei negozi

Coronavirus, da oggi Abruzzo arancione ma l'ordinanza sprint di Marsilio disorienta i commercianti
Coronavirus, da oggi Abruzzo arancione ma l'ordinanza sprint di Marsilio disorienta i commercianti
2 Minuti di Lettura
Lunedì 7 Dicembre 2020, 09:03 - Ultimo aggiornamento: 11:14

L'Abruzzo è da oggi zona arancione. Ieri sera, dopo aver preso atto che i contagi erano scesi sotto quota 300, il presidente della Regione Marco Marsilio ha firmato l'ordinanza per uscire dalla zona rossa. Questo significa che da oggi i negozi possono restare aperti, mentre le scuole potranno riaprire domani. Per il resto valgono tutte le regole già previste per le fasce arancioni.

Abruzzo zona arancione, il ministro Boccia a Non è la D'Urso:«Rischia la diffida. Sarà responsabile dei contagi»

La mossa di Marsilio, per quanto parzialmente annunciata, ha preso in contropiede il governo. Fonti di Palazzo Chigi sottolineano che «non c'è stato avallo» sull'anticipazione e che l'eventuale passaggio può avvenire non prima di mercoledì. Ma già da ieri sera in Abruzzo la notizia si è sparsa in modo frenetico e quasi tutti si chiedono: riaprono i negozi? Secondo l'ordinanza di Marsilio sicuramente sì. Inoltre, con l'abolizione della fascia rossa, la gente potrà riprendere a circolare (ma non a varcare i confini regionali) anche se indossando la mascherina.

Questa mattina c'è ancora una gran confusione. Ha riaperto solo una metà dei negozi, mentre l'altra metà degli esercenti sta cercando informazioni certe per non incorrere in sanzioni e multe.

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA