Stefania Rocca: «Con Offf vi raccontiamo le comunità»

Si entra nel cuore della X edizione di OFFF Otranto Film Fund Festival, quest'anno con una speciale Community Edition sotto la direzione artistica di Stefania Rocca. «Ho voluto raccontare l'idea di integrazione e riflettere su come oggi viviamo la comunità racconta l'attrice proprio questo hanno in comune i dieci lungometraggi scelti per la competizione, oggi inizieremo con la visione di Piazza Vittorio di Abel Ferrara e The Square di Ruben Östlund, quale luogo migliore per raccontare la comunità se non la piazza, lì dove tutti si riuniscono senza differenze di ceto sociale».
Il festival ha in calendario oggi uno dei momenti più importanti, è il giorno della presentazione ufficiale della Giuria presieduta dal regista Alek Keshishian e composta da Tilde Corsi, produttrice e vicepresidente di Anica - Associazione Nazionale delle Industrie Cinematografiche, gli attori Ennio Fantastichini, Isabella Ferrari, Matilde Gioli e il casting director Pino Pellegrino. «Sono stati tutti felicissimi di partecipare al Festival, - dichiara Stefania Rocca i miei ospiti sono già tutti qui e non vedono l'ora di iniziare questa avventura». Parte oggi anche la sezione speciale Filmmaker Summer School all'interno della quale è previsto il primo degli eventi speciali di questa rassegna ossia, la proiezione della versione restaurata dal Centro Sperimentale di Cinematografia e Cineteca Nazionale di Ultimo Tango a Parigi di Bernardo Bertolucci. Il film sarà introdotto dal sociologo della comunicazione Stefano Cristante e dal docente di critica cinematografica Luca Bandirali. In mattinata al via anche le lezioni in collaborazione con Apulia Film Commission, il Centro Sperimentale di Cinematografia, e 5 università tra cui: il Dams dell'Università del Salento, la Libera Università di Lingue e Comunicazione Iulm, la Barreira Arte-Diseno di Valencia, la Hellenic Cinema and Television School Stavrakos di Atene e la National Academy for Theatre and Film Art NAFTA (Bulgaria). La prima sessione formativa vede docenti del calibro di Roberto Perpignani che terrà la lezione Montaggio e di Giuseppe Lanci che, fresco del premio di Venezia per la Notte di S. Lorenzo, terrà la lezione Fotografia: «La summer school è stato uno dei miei primi obiettivi per questa edizione, - chiarisce la direttrice artistica - perché la formazione e la collaborazione di università straniere ben si sposano con l'idea di community». Al via oggi anche il progetto musicale Social Music Community che prevede il coordinamento artistico di Raffaele Casarano, la musica sarà un veicolo di comunità nelle piazze di Otranto durante tutta la durata del Festival. Il secondo evento speciale invece è previsto per venerdì 14, si tratta della maratona Women in Run, voluta fortemente da Stefania Rocca, per ribadire il No alla violenza sulle donne: «Ho scelto questi temi caldi di attualità per portare uno spunto di riflessione, - conclude l'attrice- la violenza sulle donne così come l'integrazione sono temi che vanno trattati e che non hanno un colore politico per me, anzi, sono degli argomenti che ci permettono di guardarci allo specchio e dirci chi siamo». Subito dopo la maratona di venerdì 14 settembre, alle 18.30, ci sarà un altro evento speciale in cui il dj economista appassionato di gastronomia Daniele De Michele alias Don Pasta (che si è appena aggiundicato a Venezia il premio Fedic), terrà uno speciale Cooking djset dal titolo Nuciti li stanati in cui la comunità è invitata a portare il cibo preparato a casa da condividere. Infine domenica notte alle 4.45 in collaborazione con Rolling Stone e Puglia Sounds, sulla Spiaggia della Madonna dell'Alto Mare, è in programma il concerto di chiusura di L I M & HÅN, musica elettronica tutta al femminile.

Leggi l'articolo completo su Quotidianodipuglia.it
Outbrain