Usare Facebook è un'evasione? Per chi è agli arresti domiciliari sì

Era agli arresti domiciliari per rapina, con il divieto di comunicare con chiunque, ad eccezione dei familiari  stretti. Non è riuscito però a resistere alla tentazione di aggiornare la sua foto profilo su Facebook, più volte per altro. Così un uomo di 21 anni di Oria, in provincia di Brindisi, è stato colpito da un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Taranto.
Il giovane è anche accusato di aver violato altre prescrizioni del giudice, poiché in altre circostanze i Carabinieri lo hanno sorpreso a casa sua in compagnia di persone "non autorizzate", secondo il proddimento,  e ad usare il telefono del padre.

Leggi l'articolo completo su Quotidianodipuglia.it
Outbrain