Castellana piange la 32enne Ilaria Benedetto, soccorritrice del 118 stroncata da un malore

L'intera comunità di Castellana Grotte piange la 32enne Ilaria Benedetto, soccorritrice del 118 ma anche impegnata in protezione civile con l'associazione Rangers di Putignano. La giovane è morta a causa di un malore che l'ha stroncata alle prime ore del mattino di ieri. Ilaria si era anche candidata al consiglio comunale a sostegno del candidato Domenico Quaranta ed era una persona sempre disponibile. Aveva una grande passione per la Volkswagen Maggiolino tanto da partecipare ai raduni. Dopo tanto precariato da poco era stata anche stabilizzata sul lavoro. Ma il destino a volte è crudele.

Malore fatale: addio a Giuseppe Azzolini, titolare della masseria "La Badessa"

I messaggi sui social

Inondata di messaggi la sua bacheca Facebook a dimostrazione di quanto fosse apprezzata. Si era appena ripresa anche da un infortunio ad una gamba che l'aveva tenuta lontana dal lavoro ma non aveva fatto mai mancare il suo apporto morale a colleghi e amici che ora la piangono. «Stamattina al cambio turno ho saputo questa notizia, che mi ha lasciato un amaro in bocca come non mai scrive il collega Roberto Casulli -. Eri riuscita a ottenere finalmente una piccola stabilizzazione lavorativa nel 118, stavi sistemando la tua vita in modo semplice, sempre col sorriso e con le tue frasi di presa in giro che mai dimenticheremo. Gli amici prima o poi si rincontrano sempre». «Poi ti svegli la mattina e trovi una brutta notizia scrive invece Zaira Giannone, altra collega nella Protezione Civile -. Proprio tu perché? La mia compagna di viaggi, di campi di protezione civile, la mia compagna di the, di segreteria dei campi Aib. Ma una cosa so: tu non ci hai lasciati, ci hai solo preceduti. Non ci hai abbandonato sei solo andata avanti su una strada che prima o poi percorreremo tutti. Un giorno ci incontreremo di nuovo e allora ci abbracceremo e insieme torneremo a sorridere proprio come facevamo sempre noi. Appena si poteva dovevamo vederci e ora con chi mi vedo io? Mancherai tanto. Ti porterò sempre nel mio cuore»: infine un amico d'infanzia, Giandomenico Laera, scrive: «Quanta strada abbiamo fatto insieme, fianco a fianco, testimoni di un'amicizia nata sul piazzale della chiesa del Salvatore. I pomeriggi passati a casa di nonna Benedetta, le lunghissime chiacchierate con Mimma, la gioia con cui abbiamo passato insieme tantissime serate le porterò sempre con affetto nel mio cuore. Hai affrontato la tua vita con il sorriso e quella sana ironia che ti ho sempre invidiato ed ora che non ci sei più, improvvisamente si è aperto un vuoto incolmabile. Niente potrà cambiare l'affetto che ci legava e la nostra amicizia resterà sempre viva così come vivo resterà il desiderio di poterti riabbracciare ancora».

I funerali domani

Messaggi di cordoglio anche dalla Protezione civile regionale e dal Soccorso 118 della Regione Puglia. I funerali saranno domani alle 9.30 nella chiesa Il Salvatore.

Leggi l'articolo completo
su Quotidiano Di Puglia
Pestaggio in villa in pieno giorno: anziani picchiati in casa per i soldi. Bottino di mille euro
Incidente sull'autostrada: tre mezzi pesanti coinvolti. Nell'impatto muore camionista pugliese
«Le mani del clan sulla festa del Casale»: il Riesame conferma gli arresti
Pomeriggio di paura nel Salento: si tuffa in mare e non riesce a rientrare a riva. Oltre un'ora di ricerche
Puglia, allerta meteo per venti di burrasca e mareggiate. Attesa per l'Ottobrata